Milan | Non solo Giroud: “Altri profili d’esperienza!”

Olivier Giroud può essere il prossimo rinforzo del Milan. Contatti continui tra l’entourage del calciatore e la dirigenza rossonera. Possibile una chiusura nei prossimi giorni. L’acquisto di Giroud non convince proprio tutti ma Edoardo Testoni è approvato

Olivier Giroud
Olivier Giroud (© Getty Images)

E’ sempre più caldo il nome di Olivier Giroud per il Milan. L’entourage dell’attaccante francese è in contatto con la dirigenza rossonera per cercare di trovare un accordo. Appare chiaro che il calciatore, fresco campione d’Europa con il Chelsea, abbia voglia di vestire il rossonero la prossima stagione. Tocca al Milan premere il tasto sull’acceleratore per chiudere l’affare. Affare che potrebbe andare in porto già nei prossimi giorni: si lavora su un biennale – non è da escludere un contratto di un anno più uno – a 3,5 milioni di euro netti a stagione.

Olivier Giroud è un profilo che piace tanto soprattutto a Massara e che andrebbe ad aggiungere esperienza e fisicità ad una squadra che non può puntare tutto solo su Zlatan Ibrahimovic.


Leggi anche:


Giroud promosso

Intervenuto a Radio Rossonera, Edoardo Testoni, di DAZN, ha promosso l’acquisto di Giroud: “Io lo paragono un po’ a Toni, con tecnica. Se fossi un tifoso del Milan io sarei contento di un suo eventuale arrivo. Ha giocato 1200 minuti, pochi, ma ha fatto 11 gol. E’ andato tante volte in doppia cifra. Ma il Milan sa che è non un centravanti da 20 gol. Nelle partite in cui è stato impiegato le sue caratteristiche si sono viste. Ha sempre fornito le sue prestazioni”.

Adatto al Milan – Secondo me sì, me lo immagino a dividersi il posto con Ibra. Il fisico nel nostro campionato conta, sa segnare di testa e sa passare la palla. Con Pioli va bene. Rischio infortuni per l’età? Non ha avuto problemi fisici e starei tranquillo, anche perché non giocherà 50 partite l’anno”.

Nuovi rinforzi – “Secondo me arriverà altro, andrei su profili come Giroud. L’anno prossimo giocando la Champions serve uno come il francese anche alle sue spalle, un trequartista e un centrocampista. Serve gente che abbia carattere perché in Europa fa la differenza”.