Milan, riscatto Tonali: il Brescia ha chiesto una contropartita

Secondo quanto riferito da ‘Bresciaoggi’ il club di Cellino avrebbe richiesto una contropartita ai rossoneri per abbassare il prezzo del centrocampista.

Marco Brescianini
Marco Brescianini (©Getty Images)

La questione del riscatto di Tonali si sta complicato leggermente in questi giorni. Trattenere il centrocampista è uno degli obiettivi primari del Milan in questa prima fase di mercato. Se da una parte per Tomori le cose sembrano in discesa, per il classe 2000 l’operazione la trattativa sta incontrando qualche ostacolo in più. I rossoneri, pur considerando Tonali un elemento importante e di prospettiva, non sono attualmente intenzionati a versare nelle casse del Brescia l’intera somma del riscatto, ovvero 35 milioni.

Secondo quanto riferito da Bresciaoggi.it le Rondinelle avrebbero chiesto al Milan una contropartita per facilitare l’operazione. Si tratta di Marco Brescianini. Centrocampista classe 2000 di proprietà dei rossoneri che quest’anno si è messo in luce con la maglia della Virtus Entella.

La contropartita: Marco Brescianini

Brescianini è uno dei tanti giovani interessanti usciti dal vivaio del Milan. Si tratta di una mezzala dalla struttura fisica imponente, 188 centimetri, e dotato di un bel mancino. Nell’ultima stagione il ragazzo ha totalizzato 22 presenze mettendo a segno 2 reti, e servendo altrettanti assist.


Leggi anche:


Le ottime prestazioni con il club ligure non sono passate inosservate al Brescia, ma neanche al Frosinone. I ciociari sono infatti un’altra delle squadre interessate al giocatore. Il giovane è stato anche premiato come miglior giocatore alla Steel Cup di Salò. Potrebbe essere lui quindi la carta da giocarsi per riscattare anche Sandro Tonali. Maldini farà le sue valutazioni.