Calciomercato Milan, Pellegatti: “Niente rinnovo, via con uno scambio”

Carlo Pellegatti ha fatto il punto sui rinnovi di Alessio Romagnoli e Franck Kessie. Poche possibilità che il capitano resti al Milan. Alte le richieste dell’ivoriano che va però accontentato

Kessie e Romagnoli
Kessie e Romagnoli (© Getty Images)

Intervenendo sul proprio canale Youtube, Carlo Pellegatti ha fatto il punto sui rinnovi di Alessio Romagnoli e Franck Kessie. Il noto giornalista, vicino al mondo rossonero, ha pochi dubbi su come Paolo Maldini dovrà muoversi.

L’obiettivo sarà quello di chiudere con il passato e guardare al futuro. Futuro rossonero di cui non faranno parte Gianluigi Donnarumma e molto probabilmente Hakan Calhanoglu: “Si chiuderà totalmente con il passato, con Donnarumma è finita, così come con Calhanoglu, almeno secondo quanto so io – afferma Pellegatti -. Ora, c’è da risolvere la questione Kessie per chiudere finalmente con il passato”.

Le richieste di Kessie – “Il rinnovo dell’ivoriano entrerà nel vivo al momento del raduno ma l’ex Atalanta vuole tanto, 5-6 milioni di euro e lo capisco. E’ un ingaggio che prenderebbe in Premier League”.


Leggi anche:


Addio Romagnoli

Pochi dubbi in merito ad un partenza in estate di Romagnoli – “E’ l’altra spina – prosegue Pellegatti -. prende addirittura 3-4 milioni e ne vorrebbe 5,5-6 milioni di euro . Il Milan non può accontentarlo. Il rischio è che venga regalato a zero fra un anno e quindi si deve trovare una nuova soluzione.

Credo che l’unica soluzione sia quella di cederlo, magari attraverso uno scambio. Dispiace perché è un difensore di livello. Poi bisognerà valutare quali siano i rapporti tra Stefano Pioli e Romagnoli. L’ultima fase ha giocato poco e non è stato gradito. Ha così perso la Nazionale, non venendo utilizzato. Dovesse far parte del Milan ci sarebbero dei problemi”.

Esame per Maldini – “Trovare gli accordi per i rinnovi è il mondo di crescere per Paolo Maldini. Deve cercare di superare gli ostacoli per chiudere finalmente con il passato e aprire una finestra per il futuro”.