Sky – Milan e altre due offerte: Calhanoglu non è convinto

Non si sblocca la situazione di Hakan Calhanoglu. Il turco è sempre in scadenza ma non è convinto di nessuna offerta.

De Ligt e Calhanoglu
De Ligt e Calhanoglu (© Getty Images)

Il suo contratto con il Milan scadrà tra esattamente due settimane. Ma Hakan Calhanoglu appare ancora lontano anni luce dal capire cosa vuol fare da grande. Il turco per il momento è concentrato sulla sua Nazionale, impegnata nella fase a gironi di EURO 2020.

Il numero 10 resta un vero e proprio rebus di mercato. Da settimane il Milan ha messo in piedi una proposta contrattuale per non perdere Calhanoglu a parametro zero. Eppure non si notano passi in avanti in tal senso, col rinnovo che resta ancora lontano e difficile.

L’agente Gordon Stipic e lo stesso calciatore turco non sono convinti dai 4 milioni per quattro stagioni proposti dal Milan. Un contratto importante, ma sembra proprio che Calhanoglu voglia valutare altre strade e non abbia mosso alcun passo di riavvicinamento verso il club di via Aldo Rossi, che nel frattempo aspetta e valuta le alternative.


Leggi anche:


Calhanoglu glissa anche su Atletico e Qatar

Non solo Milan. Calhanoglu al momento è anche diffidente riguardo ad altre proposte ricevute negli scorsi giorni. Il centrocampista offensivo classe ’94 avrebbe ricevuto sondaggi da altri due club, di differente spessore: l’Atletico Madrid e l’Al-Duhail.

Gli spagnoli stanno valutando se puntare su Calhanoglu o su Rodrigo de Paul (cercato anche dal Milan stesso) per rinforzare la trequarti. Ma sarebbe lo stesso calciatore rossonero, secondo gli aggiornamenti di Sky Sport, ad essere poco convinto dell’offerta iniziale. Nonostante a Madrid potrebbe giocare la Champions League da protagonista ed essere allenato da uno dei migliori tecnici in circolazione come Diego Simeone.

La proposta del club del Qatar ha impressionato ancor meno Calhanoglu, che inizialmente sembrava tentato dagli 8 milioni netti offerti per andare a giocare in medio oriente. Ma non è nei piani del 27enne turco andare a giocare a questa età in un campionato ricco ma poco competitivo.

Il futuro di Calha resta dunque un rebus. Il rinnovo è complicato e le offerte finora pervenute sono state snobbate dal calciatore stesso. Chissà che il turco non faccia un passo indietro e prenda in considerazione il rinnovo col Milan, oppure se attenderà ulteriori nuove prospettive.