I calciatori del Milan che hanno vinto l’Europeo

Euro 2020 è nel vivo con l’Italia tra le protagoniste. Ripercorriamo la storia del torneo concentrandoci sui calciatori del Milan o che hanno indossato la maglia rossonera vincitori dell’evento, la cui prima edizione si è disputata nel 1964.  

Ruud Gullit
Ruud Gullit (Getty Images)

C’è poco Milan ad Euro 2020. Solo quattro i calciatori presenti al torneo che si disputa per la prima volta nella storia in 11 città ospitanti. Di questi solo due, Kjaer e Rebic, possono considerarsi rossoneri a tutti gli effetti mentre Calhanoglu e Donnarumma lo sono formalmente almeno fino al 30 giugno. Il turco, infatti, è ancora indeciso se accettare o meno l’offerta sul rinnovo mentre il portiere è, di fatto, già un nuovo calciatore del PSG con l’annuncio ufficiale atteso nei prossimi giorni.

Milan che, tuttavia, ha contribuito a scrivere la storia di alcune edizioni degli Europei grazie alla presenza di alcuni calciatori protagonisti nella vittoria delle rispettive nazionali. E’ il caso, ad esempio, dell’Italia vincitrice dell’edizione 1968 disputata a Roma. Ben tre rossoneri sono stati in campo nelle due finali contro la Jugoslavia. Nella prima terminata 0-0, Valcareggi ha schierato Lodetti e Prati. Nella seconda, vinta dagli azzurri 2-0 con i gol di Riva ed Anastasi c’era il difensore Rosato. Tra i convocati e quindi anch’essi campioni d’europa anche Gianni Rivera e Angelo Anquilletti


Leggi anche 


Il trionfo olandese e gli altri rossoneri

Per ritrovare calciatori del Milan campioni d’Europa con la propria nazionale bisognerà attendere il trionfo dell’Olanda del 1988. Nella finale con l’Urss vinta 2-0 dagli Oranje decisivi i gol di Gullit di testa e di Van Basten con quel tiro al volo incrociato che è tuttora considerato uno dei gol più belli della storia del calcio. In quell’Olanda militava anche Frank Rijkaard che sarebbe passato al Milan proprio in quell’estate dal Real Saragozza dove era in prestito dallo Sporting Lisbona.

Van Basten Marco
Marco van Basten (©Getty Images)

Oltre a Rijkaard, anche altri giocatori campioni d’Europa hanno indossato la maglia rossonera successivamente o prima della conquista del titolo.  Oliver Bierhoff e Christian Ziege erano nella Germania campione d’Europa 1996. Bierhoff, all’epoca all’Udinese, è stato peraltro decisivo nella vittoria tedesca in finale con la Repubblica Ceca con la doppietta per il 2-1 scaturito con il golden goal a Wembley.

Era un calciatore di classe sopraffina Brian Laudrup, uno dei protagonisti dell’epica vittoria della Danimarca nel 1992. In quell’estate Laudrup sarebbe passato dal Bayern Monaco alla Fiorentina dove rimarrà per un solo anno prima di essere acquistato dal Milan nell’annata della doppietta Scudetto-Champions League. Anche in rossonero, Brian resterà un solo anno prima di diventare una leggenda dei Rangers Glasgow nel quinquiennio in Scozia.

Marcel Desailly e Cristophe Dugarry hanno vinto con la Francia gli Europei 2000, due anni dopo il trionfo nel Mondiale casalingo. Desailly, vincitore con il Milan di 2 Scudetti, una Champions e una Supercoppa europea era passato al Chelsea, un trasferimento poco gradito da Berlusconi. Dugarry, invece, è stata una meteora al Milan prima del ritorno in patria al Bordeuax, club dal quale i rossoneri lo avevano acquistato dopo una splendida prestazione in un doppio confronto dei quarti di Coppa  Uefa 1996 vinto dai Girondini guidati da Zidane.

Grande protagonista della doppietta della Spagna nelle edizioni 2008-2012 è stato Fernando Torres, autore del gol decisivo nella finale di Vienna contro la Germania terminata 1-0. Un altro gol per il Nino nell’epilogo del 2012 vinto 4-0 dalla Furie Rosse contro l’Italia di Prandelli.