Ibrahimovic, tutti gli infortuni con il Milan e i tempi di recupero

Zlatan Ibrahimovic si è operato al ginocchio in seguito all’infortunio subito nel match di campionato contro la Juventus. Per lo svedese si prospetta l’ennesimo lungo stop dopo il ritorno in rossonero

Zlatan ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Evidentemente la terapia conservativa non è stata sufficiente. Come comunicato dal Milan, Zlatan Ibrahimovic si è sottoposto venerdì 18 giugno a Roma  a un intervento chirurgico al ginocchio infortunato durante il secondo tempo del match dello scorso maggio contro la Juventus. Se il percorso riabilitativo dovesse procedere senza intoppi, Ibrahimovic potrebbe riprendere l’attività agonistica tra due mesi quindi a ridosso dell’inizio del prossimo campionato.

Difficile, al momento, ipotizzare una data certa sul ritorno in campo con il Milan che potrebbe essere costretto a tornare ulteriormente sul mercato per rinforzare il reparto offensivo. Non è la prima volta, tuttavia, che Ibra sarà costretto a un lungo stop nel corso della sua seconda esperienza in rossonera che, soprattutto, nella stagione appena conclusa è stata alquanto tormentata.


Leggi anche 


Ibrahimovic, tutti gli infortuni con il Milan dal 2020

Il primo stop per Ibra dal ritorno in rossonero avviene durante la preparazione per la ripresa del campionato post lockdown. Un risentimento al polpaccio lo costringe a saltare le prime tre partite di giugno 2020 contro la Juventus in Coppa Italia, il Lecce e la Roma. Lo svedese rientra il 1° luglio con la Spal e terminerà il campionato  senza ulteriori stop.

La positività al Covid ferma Ibrahimovic tra fine settembre e inizio ottobre 2020. Zlatan salta quattro partite (Bodoe, Crotone, Rio Ave e Spezia) e rientra in campo a metà ottobre alla ripresa della Serie A dopo la pausa per le nazionali nel vittorioso Derby contro l’Inter.

La bella vittoria contro il Napoli per 1-3 all’ex San Paolo viene macchiata nel finale dall’infortunio muscolare che costringe Ibrahimovic ad abbandonare il campo nel finale. Uno stiramento all’adduttore, cui si aggiungerà nel periodo di recupero un ulteriore risentimento al polpaccio, che costringerà Ibra a uno stop di un mese e mezzo dal 27 novembre 2020 al 9 gennaio 2021, giorno del rientro in campo nella vittoria casalinga con il Torino.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (© Getty Images)

Il 28 febbraio, mentre imperversano le polemiche per la sua partecipazione come conduttore al Festival di Sanremo, Ibrahimovic subisce un altro infortunio muscolare nel corso del match con la Roma all’Olimpico. L’assenza sarà di tre settimane con Zlatan out anche nell’andata con il Manchester United in Europa League e di nuovo in campo, per uno spezzone di partita nel ritorno con i Red Devils, tre giorni prima del gol nel 2-3 del Franchi contro la Fiorentina.

Il 18 aprile, lo svedese viene espulso contro il Parma per presunte offese rivolte all’arbitro Maresca. Alla squalifica segue un affaticamento muscolare che non consentirà a Ibra di scendere in campo nelle due sconfitte con Sassuolo e Lazio che hanno rischiato di compromettere la corsa Champions del Milan.

Zlatan torna in campo nel 2-0 con il Benevento poi disputa 66 minuti nello 0-3 contro la Juventus prima di uscire per il ko al ginocchio che lo costringe al forfait contro Torino, Cagliari e Atalanta e all’operazione odierna cui seguiranno due mesi di stop.