Milan, scatta un’altra priorità: Calhanoglu all’Inter, serve il trequartista

È successo davvero: Calhanoglu sarà un nuovo giocatore dell’Inter! Adesso Maldini e Massara dovranno trovare un nobile sostituto

Hakim Ziyech
Hakim Ziyech (©Getty Images)

L’ambiente rossonero è rimasto senza parole! Hakan Calhanoglu sarà presto un nuovo giocatore dell’Inter. Il trequartista turco si sottoporrà domani alla visite mediche secondo quanto affermato da Gianluca Di Marzio, e firmerà un contratto triennale per 5 milioni di euro più 1 di bonus a stagione.

Ci si sarebbe potuti aspettare qualsiasi tipo di colpo di scena, ma non questo! Non che Calhanoglu passasse alla diretta rivale del Milan per un motivo puramente economico. A dimostrazione del fatto che, nel calcio di oggi, le bandiere, l’attaccamento alla maglia e l’amore per i colori sono mere utopie.

Il Milan, dal suo canto, perderà a costo zero un altro giocatore oltre a Gianluigi Donnarumma. Sicuramente, parliamo di gravi perdite economiche, ma considerando le dinamiche attorno ai fatidici rinnovi è forse meglio così. Adesso, la dirigenza rossonera ha un obbligo nei confronti dei piani tecnici del club e dei tanti tifosi che hanno voglia di seguire una squadra forte e competitiva. Via il numero 10 turco serve un trequartista all’altezza, se non con qualità superiori.

I profili seguiti sono plurimi, da semplici suggestioni a piste più concrete. Ma il Milan deve trovare un trequartista in grado di dettare i tempi di gioco in fase offensiva ed essere sempre  pericoloso con la palla al piede; e si, anche avere un buon feeling con il gol!


Leggi anche:


Milan, caccia al trequartista: le suggestioni

Con Calhanoglu passato all’altra sponda del calcio milanese, il Milan potrebbe scegliere di regalarsi un pezzo da 90 sulla trequarti. Ovviamente non sarà semplice, dato che per i profili di un certo calibro è necessario sborsare parecchi milioni.

Ma le suggestioni non mancano. Ci sono diversi top player in cerca di un nuovo club per rimettersi in gioco e dimostrare quello che valgono. Pensiamo ad Isco del Real Madrid. Il giocatore spagnolo, che ha fatto la panchina per la maggior parte della passata stagione, ha un contratto in scadenza nel 2022. Il prezzo del suo cartellino potrebbe essere conveniente, e il Real Madrid lo ha già messo sul mercato. Un giocatore dalle qualità indiscusse, che percepisce attualmente uno stipendio da 7 milioni di euro, primo vero ostacolo per i piani del Milan.

prezzo Isco
Isco (© Getty Images)

In ottica Real Madrid, c’è da tenere in considerazione anche il pupillo di mister Ancelotti, James Rodriguez. Il club di Perez lo ha ceduto a titolo gratuito all’Everton nel 2020. Il colombiano è un vero asso della trequarti, in grado di occupare sia il centro, che la fascia destra e sinistra. Anche in questo caso, il suo contratto con l’Everton è in scadenza nel 2022. Chissà che il Milan non possa farci un pensiero. Classe 1991 può far bene ancora per qualche anno.

C’è un’altra pista che al Milan sembra piacere parecchio, ovvero quella conducente ad Hakim Ziyech, il marocchino che al Chelsea ha trovato davvero poco spazio. Con i blues, Maldini e Massara stanno già dialogando. L’idea sarebbe quella di provare a intavolare un prestito con diritto di riscatto. Il problema principale è l’ingaggio del giocatore, che al Chelsea guadagna 6 milioni di euro.

Tre profili assolutamente di qualità, ma che il Milan difficilmente potrà concedersi. Gli ingaggi da top player complicano i piani di qualsiasi possibile acquirente. Ma questi, non sono gli unici giocatori che il club rossonero tiene d’occhio. Guardando in Serie A, ci sono due profili che Maldini e Massara seguono da tempo. Potrebbero rappresentare piste più concrete e percorribili sotto il punto di vista economico.

Pessina o Zaccagni: i colpi low cost che il Milan pianifica

In questi giorni ha fatto gran eco la voce che ha accostato Mattia Zaccagni al Milan. Il trequartista dell’Hellas Verona ha un contratto in scadenza nel 2022, ed è certo che lascerà il capoluogo veneto quest’estate. Ha mostrato grandi cose in campo nella passata stagione, e il suo fiuto del gol è una delle prerogative che molto incuriosiscono diverse big d’Italia e non solo. Vicinissimo al Napoli a gennaio, Zaccagni sembra aver sempre preferito i colori rossoneri. Il suo contratto in scadenza il prossimo anno porta il Verona a valutarlo 10-12 milioni di euro per la cessione. Chissà se il Milan tenterà l’affondo o cercherà un fantasista con più esperienza.

Mattia Zaccagni
Mattia Zaccagni (©Getty Images)

Come ad esempio Matteo Pessina, ex Milan che è esploso all’Atalanta con Gasperini. Non a caso è stato chiamato in causa da Roberto Mancini per giocare gli Europei con l’Italia, e Matteo  non sta deludendo affatto le aspettative. Proprio nella gara di ieri contro il Galles ha messo a segno un gran gol con la Nazionale Maggiore. Il Milan gradisce parecchio il suo profilo e potrebbe tentare il gran ritorno. Anche in questo caso, il suo contratto è in scadenza nel 2022, ma c’è in ballo un rilevante dettaglio. Il club rossonero ha diritto al 50% della sua rivendita da parte dell’Atalanta, ciò significa che potrebbe prelevarlo a metà prezzo. Pessina ha anche giocato la Champions League nella passata stagione e ha davvero fatto un figurone.

Tanti i profili elencati, e il Milan ha l’obbligo di mettere a segno un gran colpo nel segno della qualità.