Milan, Carnevali ammette: “Non posso promettere che resterà al Sassuolo”

Giovanni Carnevali, Amministratore Delegato del Sassuolo, ha parlato del futuro di Berardi e Raspadori. Entrambi gli attaccanti sono stati accostati al Milan nell’ultimo periodo

Berardi e Raspadori
Berardi e Raspadori (© Getty Images)

Il Milan ha le idee chiare sul mercato. I rossoneri vogliono rinforzare anche la fascia destra, dove Samu Castillejo è in uscita. Come raccontato anche oggi, lo spagnolo ha le valigie in mano e potrebbe far ritorno in patria.

Il Milan vuole regalare a Stefano Pioli un giocatore che garantisca un numero importante di gol. Tra i tanti nomi fatti in questi giorni c’è anche quello di Domenico Berardi. L’esterno d’attacco è da anni protagonista con la maglia del Sassuolo e sta dimostrando, anche in azzurro, di essere pronto al grande salto.

Questa potrebbe davvero essere l’estate dell’addio. L’Amministratore Delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha aperto alla partenza di Berardi: “L’intenzione del nostro compianto patron Giorgi Squinzi era quella che Berardi diventasse una bandiera del Sassuolo – ammette a Trc -. Domenico ha avuto ragione in passato a tenere duro davanti alla richieste di altri club, diventando oggi un giocatore importante della nostra Nazionale.

Non posso promettere che resterà da noi, non è una questione di denaro. Berardi è un ragazzo speciale, con idee molto chiare. Vuole continuare a divertirsi. La sua volontà sarà importante sia per la scelta del club dove andare tenendo conto anche chi lo allena”.


Leggi anche:


Raspadori non si muove

Un altro nome accostato al Milan è il giovane Raspadori. Anche l’attaccante è impegnato con la Nazionale di Mancini. Una sua partenza è da escludere: “Per quanto riguarda Raspadori posso invece dire che per noi è incedibile – prosegue Carnevali -. Non vogliamo privarci dei nostri giovani piu’ importanti”.