Brahim Diaz: “Al Milan sono molto felice”

Dalla Spagna parla Brahim Diaz. Il fantasista è molto vicino alla conferma in rossonero. Il giocatore di proprietà del Real Madrid non si sbilancia ma ammette di star bene al Milan

Brahim Diaz
Brahim Diaz (© Getty Images)

Continua spedita la trattativa tra il Milan e il Real Madrid per Brahim Diaz. Una trattativa che si sta sviluppando sulla falsariga di quella della passata stagione. Alla fine il trequartista spagnolo sbarcò a Milano con la formula del prestito secco.

Le sue prestazioni, come raccontato, hanno convinto totalmente Maldini, Massara e Pioli, intenzionati a continuare a puntare su di lui. Si sta lavorando su un prestito con diritto di riscatto ma la volontà del calciatore, non sembra per nulla cambiata.

E’ evidente che l’amore per il Milan è cresciuto ma il sogno di vestire, un giorno, da protagonista la maglia del Real c’è sempre. Anche per questo difficilmente l’affare andrà in porto in prestito con diritto di riscatto.

Rispetto alla passata stagione dovrebbe essere inserito un contro-riscatto, così da accontentare proprio tutti. Si sta dunque lavorando per limare le cifre degli accordi: il Milan per acquistarlo sarebbe chiamato a versare nelle casse dei blancos 20 milioni di euro; Florentino Perez, per il contro-riscatto, una somma vicina ai 25-27 milioni.

Si tratta, con la fiducia di arrivare ad una fumata bianca al più presto possibile. La sensazione è che possa davvero essere Brahim Diaz il ‘terzo’ colpo del Milan, dopo Mike Maignan e Fikayo Tomori.


Leggi anche:


Le parole di Brahim Diaz

Nel frattempo dalla Spagna arrivano le parole del giocatore, che confermano il legame ai colori rossoneri ma non solo: “Sono molto contento di tutto quello che ho vissuto – riporta Marca –. Real Madrid e Milan sono due grandi club. Spero di conoscere presto il mio futuro ma in questo momento non ne ho idea. Sono stato felice a Madrid e sono molto felice al Milan, dove abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato e a livello individuale è stato incredibile. Vedremo cosa succederà…”