Donnarumma al Psg e non alla Juve: “Sorpreso, ma non sceglie lui”

Intervistato da Tuttojuve.com, l’ex dirigente rossonero, Massimiliano Mirabelli, ha commentato l’addio di Donnarumma e la questione Kessiè.

Donnarumma
Donnarumma (Getty Images)

La gestione di questa prima fase del mercato da parte del Milan sta facendo molto parlare. In molti stanno esprimendo i loro giudizi sugli ultimi addii a parametro zero e sulle altre situazioni spinose a livello contrattuale. Tra questi c’è Massimiliano Mirabelli. L’ex dirigente rossonero, in un’intervista rilasciata a Tuttojuve.com si è espresso così sull’addio di Gianluigi Donnarumma: “Mi è dispiaciuto vederlo fuori dal Milan. Sono rimasto stupito nel sapere che sarebbe andato al Psg. Io avrei scommesso sulla Juve – Mirabelli ha continuato poi dicendo la sua sull’origine di questa scelta – “No, Non credo. Le scelte le fa un altro. Non lui”.


Leggi anche:


Mirabelli si è poi espresso anche sulla questione Kessie. Secondo il suo parere perdere il centrocampista ivoriano sarebbe deleterio per i rossoneri: “Franck è un giocatore che può servire a tutte le squadre top europee, è un qualcosa di incredibile. Giocatori come Kessiè, Calhanoglu, Locatelli. Donnarumma e Andrè Silva potevano indossare la stessa maglia, e qui aumenta il mio rimpianto. Il Milan sembra essersi specializzato nei rinnovi last minute, hanno ognuno ha la propria strategia per fare questo tipo di lavoro. Se dovesse andare via a zero, sarà il più appetito d’Europa. Vedremo chi sarà il più sveglio a prenderlo: per me è l’affare del secolo”