Addio Romagnoli, niente Luis Alberto: c’è un altro scambio

Il Milan deve fare i conti con l’addio di Alessio Romagnoli. Con il suo approdo alla Lazio, ecco quale può la soluzione migliore

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (@Getty Images)

Alessio Romagnoli alla Lazio è sempre più una possibilità concreta. Il difensore classe 1995 ha un contratto in scadenza il 30 giugno 2022, fra poco più di un anno. Il rinnovo, oggi, appare davvero complicato, e un addio più vicino.

Difficile che il Milan decida di iniziare la stagione senza aver trovato una soluzione. I rossoneri per il cedere il calciatore chiede una somma vicina ai 20/25 milioni di euro. Fino a questo momento non sono arrivate vere e proprie offerte.

La Juventus ha mostrato interesse e sarebbe stata disposta a mettere sul tavolo il cartellino di Federico Bernardeschi. Idea questa che non piace al Milan, anche per via dell’alto ingaggio dell’esterno italiano.

Si parlato tanto anche di Barcellona ma in questo caso nulla di davvero concreto, con i rossoneri che non sono intenzionati a scambiare Romagnoli, con Junior Firpo. Maldini e Massara vorrebbero, infatti, il terzino solo in prestito con diritto di riscatto.


Leggi anche:


Scambio con la Lazio

La pista Lazio potrebbe davvero accendersi, anche perché il calciatore è un grande tifoso biancoceleste e non direbbe di no ad una squadra, che con la scelta di Maurizio Sarri, vuole far le cose per bene. Nei giorni scorsi si è parlato di un possibile scambio con Luis Alberto ma la valutazione è alta, superiore ai 60 milioni di euro e difficilmente il Milan spende quelle cifre per un quasi 29 anni.

Se si dovesse fare una ‘follia’ la si farebbe per Sergej Milinkovic-Savic, classe 1995 e da tempo sul taccuino di Paolo Maldini. L’inserimento del solo cartellino di Romagnoli non basterebbe di certo.

Attenzione ad altri profili che potrebbero piace a Sarri, come Rade Krunic o Rafael Leao. Solo idee, chiaramente, e al momento nulla più. Più facile, invece, ipotizzare uno scambio alla pari con Joaquin Correa, che non sembra rientrare nei piani di Sarri, o Luiz Felipe.