Milan, chi è Gudmundsson: concittadino di Ibra, studia da Theo Hernandez

Gabriel Gudmundsson è tra i terzini sinistri accostati al Milan, che cerca un vice Theo Hernandez. Conosciamo meglio il giocatore svedese.

Gudmundsson Gabriel
Gabriel Gudmundsson (foto Instagram)

Tra gli obiettivi del calciomercato estivo del Milan c’è anche l’acquisto di un nuovo terzino sinistro, non è un segreto. A Stefano Pioli serve un giocatore in grado di sostituire il titolarissimo Theo Hernandez quando necessario.

Il profilo preferito dalla dirigenza era Junior Firpo del Barcellona, ma l’ex Betis Siviglia è destinato al Leeds United. Paolo Maldini e Frederic Massara valutano delle alternative nel ruolo e tra queste sembra esserci anche Gabriel Gudmundsson. Anche il Napoli è stato indicato come club molto interessato a questo calciatore.


Leggi anche:


Milan su Gabriel Gudmundsson: carriera e prezzo del terzino

Gudmundsson è nato il 29 aprile 1999 a Malmö, la stessa città in cui è nato anche Zlatan Ibrahimovic. Suo padre Niklas era un calciatore, ha militato sia in Premier League che nella nazionale della Svezia. Gabriel ha cominciato a giocare nel piccolo Snöstorp Nyhem FF, ma successivamente è entrato nel settore giovanile del ben più blasonato Halmstad. Inizialmente giocava come esterno di centrocampo o d’attacco, ma ha fatto anche la punta.

Nel maggio 2016, a neanche 18 anni, ha fatto il suo esordio in Prima Squadra e nella Superettan (la Serie B svedese) mise insieme 17 presenze complessive quell’anno. L’Halmstad si è guadagnato la promozione nella massima divisione, l’ Allsvenskan, e il terzino ha guadagnato sempre più spazio fino a diventare un titolare della corsia mancina. Tra campionato e coppa nazionale 27 presenze con 5 gol.

La squadra è nuovamente retrocessa in Superettan, ma lui è rimasto. Solamente nell’estate del 2019 ha deciso di lasciare la Svezia per trasferirsi nei Paesi Bassi, precisamente al Groningen. Circa 300 mila euro il costo del trasferimento. Nel frattempo, a marzo, aveva anche esordito nella nazionale svedese Under 21 dopo aver fatto apparizioni nelle altre selezioni nazionali.

Gudmundsson in Eredivisie trova subito spazio, ma alcuni problemi muscolari condizionano la sua prima stagione olandese. Alla fine metterà insieme solamente 11 presenze, condite da 2 gol. Nell’annata 2020/2021 viene arretrato definitivamente nel ruolo di terzino e riesce a disputare 23 partite e a regalare 5 assist. Ha avuto alcuni infortuni che gli hanno impedito di giocare undici partite, però nel complesso è riuscito a mettersi in mostra e ad attirare su di sé le attenzioni di squadre importanti.

Il terzino scandinavo ha una buona prestanza fisica (è alto 1,81 metri), è esplosivo nella corsa e abile nel dribbling. La fase offensiva è il suo punto forte, ma se la cava anche in quella difensiva dove ha sicuramente molti margini di miglioramento.

In questi mesi il giocatore è stato accostato a Juventus, Atalanta, Manchester City, Borussia Dortmund e Lipsia. Giusto per dirne alcune, oltre alle già citate Milan e Napoli. Il suo contratto scade a giugno 2022, ma il Groningen ha un’opzione per prolungarlo di un anno. Secondo il portale web specializzato Transfermarkt, il suo valore di mercato è di 1,8 milioni di euro. Ma in realtà il club olandese valuta il proprio gioiello di più. Comunque meno di 10 milioni possono bastare per comprarlo.