Milan, sogni James e Ziyech | Ma il più vicino è un italiano

Secondo la redazione di Mediaset i rossoneri starebbero seguendo diversi profili per la sostituzione di Calhanoglu.

Hakim Ziyech
Hakim Ziyech (Getty Images)

Non è certamente un segreto. Il Milan, tra gli obiettivi primari del suo mercato estivo, ha sicuramente la ricerca e l’individuazione di un nuovo numero 10. Urge reperire al più presto un trequartista centrale, un sostituto del ‘traditore’ Hakan Calhanoglu, svincolatosi e passato ai rivali dell’Inter.

Diversi i profili seguiti dal club rossonero. In primo piano due nomi che fanno impazzire l’ambiente: il colombiano James Rodriguez ed il marocchino Hakim Ziyech. Il primo, in forza all’Everton, è stato persino proposto dall’agente Jorge Mendes, ma percepisce uno stipendio altissimo. L’altro potrebbe essere un regalo di fine mercato dal Chelsea, ma solo in prestito oneroso.

Da non sottovalutare neanche i nomi di Dani Ceballos e Marcel Sabitzer. Piste più difficoltose, vista l’ampia concorrenza sul mercato internazionale. In particolare il centrocampista austriaco è seguito da numerosi club di alto livello, pronti a strapparlo dal Lipsia.


Leggi anche:


Milan, Zaccagni pista possibile: l’offerta al Verona

Tanti profili esteri e di livello internazionale dunque sul taccuino del Milan e dei dirigenti. Ma secondo quanto riportato oggi da Sportmediaset, l’opzione al momento più fattibile sarebbe totalmente italiana ed arriverebbe dalla nostra Serie A.

Il nome di Mattia Zaccagni è ancora vivo nei pensieri rossoneri. Il fantasista dell’Hellas Verona potrebbe essere la soluzione meno costosa e più ‘vicina’ per rimpiazzare Calhanoglu. Il ragazzo nativo di Cesena piace al Milan, così come Zaccagni stesso si è sempre detto tifoso rossonero fin da quando era bambino.

Zaccagni
Mattia Zaccagni (©Getty Images)

Il Milan avrebbe anche pronta un’offerta giusta: una parte cash più il cartellino di Conti o Caldara (o il prestito di entrambi) così da abbassare le pretese di 15 milioni dell’Hellas. Una soluzione fattibile e probabile, ma i rossoneri non sono pronti ad affondare.

In sintesi Paolo Maldini prima di virare su Zaccagni vuole provare ad avvicinarsi ad un trequartista più prestigioso e già pronto per competere in Champions League. Se le suddette piste dovessero risultare costose o difficili, la pista che porta al veronese diventerebbe primaria.