Lazio, non si è presentato alle visite mediche | Il Milan osserva

Caos in casa Lazio: il fantasista spagnolo ha deciso di non presentarsi a visite e raduno. Ora può finire sul mercato.

Luis Alberto
Lazio (©Getty Images)

Non comincia con il piede giusto l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina della Lazio. Il tecnico toscano deve immediatamente fronteggiare una crisi interna, dovuta all’atteggiamento di un suo calciatore titolare: lo spagnolo Luis Alberto.

La notizia del giorno è sorprendente. Il fantasista della Lazio non si è presentato alle visite mediche di rito che precedono l’inizio del ritiro estivo. Luis Alberto era atteso alla clinica romana Isokinetic assieme ai suoi compagni di squadra. Invece del numero 10 iberico non vi è traccia.

Nessun comunicato da parte sua o dell’entourage. Una sorta di presa di posizione dura e sorprendente che mette la Lazio nei guai, visto che Luis Alberto è comunque uno dei calciatori di punta della rosa biancoceleste. Una mossa che apre anche diversi spiragli di calciomercato.


Leggi anche:


Luis Alberto, stessi agenti di Calabria: assist al Milan?

Luis Alberto non sembra neanche nuovo a certe bizze nei confronti del suo club. Lo scorso anno si ricorda un battibecco non leggero con il patron Lotito ed il d.s. Tare per motivi contrattuali. In quel caso lo spagnolo ebbe la meglio, ottenendo un prolungamento fino al 2025.

Ma la situazione attuale è ancora più complicata. Difficile che Luis Alberto si presenti in ritiro ad Auronzo di Cadore dopo aver disertato le visite. Il messaggio del fantasista sembra chiaro: dopo 5 anni di Lazio vuole cambiare aria e provare nuove esperienze.

Luis Alberto
Luis Alberto (©Getty Images)

In Spagna stravedono per le sue qualità e non è da escludere che qualche club della Liga abbia tentato il classe ’92, alla caccia dell’ultimo grande ingaggio della carriera. Ma occhio anche al Milan, che è alla ricerca proprio di un centrocampista offensivo con le sue caratteristiche.

Luis Alberto sarebbe l’ideale sostituto di Calhanoglu, finito all’Inter dal suo ex allenatore Simone Inzaghi. I rossoneri terranno d’occhio la situazione, con una possibile arma a proprio favore: il laziale ha gli stessi procuratori di Davide Calabria. E chissà che, dopo il rinnovo ormai certo del terzino, non si possa parlare proprio del passaggio di Luis Alberto in maglia Milan.