Calciomercato Milan, obiettivi azzurri: ma ora il valore cresce

Cresce il valore di mercato degli azzurri. La Gazzetta dello Sport rilancia l’interesse del Milan per Pessina. Svanisce, invece, quello per Insigne e Berardi

Italia
Italia (© Getty Images)

E’ il giorno dei festeggiamenti per l’Italia. La Nazionale di Roberto Mancini ha conquistato l’Europeo, battendo l’Inghilterra ai calci di rigore. Tutti i quotidiani celebrano il grandissimo successo degli azzurri. C’è spazio anche per un focus di calciomercato sui calciatori italiani: la lente di ingrandimento è puntata sui alcuni protagonisti in azzurro che sono pronti ad animare l’estate.

Si parlare di Manuel Locatelli, destinato a vestire la maglia della Juventus. L’interesse dell’Arsenal, non dovrebbe rappresentare un problema vista la volontà di tutte le parti, Sassuolo compreso, di far vestire di bianconero l’ex centrocampista del Milan.


Leggi anche:


Interesse per Pessina

L’attenzione de La Gazzetta dello Sport si sposta poi su Matteo Pessina. Il brianzola, con l’Europeo, ha visto crescere il suo valore, da 30 a 40 milioni di euro. Secondo il giornale, il centrocampista ha il 60% di possibilità di rimanere a Bergamo ma c’è anche un 20% che Pessina diventi rossonero. Ricordiamo che al Milan spetterebbe il 50% della futura vendita del calciatore ma ad oggi non sembra nei piani dell’Atalanta privarsene.

Occhi puntati anche di Domenico Berardi e Lorenzo Insigne. I due attaccanti, nei giorni scorsi, sono stati accostati al Milan. L’interesse non si è mai concretizzato in una vera trattativa. Nelle percentuali, fatte da La Gazzetta dello Sport, dei rossoneri non c’è traccia.

Per quanto riguarda l’attaccante del Sassuolo, che avrebbe visto crescere il suo valore fino a 50 milioni di euro, le possibilità maggiori sono legate ad una permanenza al Sassuolo (50%). In pole in caso di cessione, però, c’è il Leicester (30%).

Per quanto riguarda il calciatore del Napoli, la percentuale di permanenza in azzurro è pari al 70%. Una percentuale davvero alta, nonostante un contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Le discussioni per il rinnovo non sono ancora entrate nel vivo e non è da escludere una sua cessione. Il prezzo del suo cartellino, dopo il trionfo in azzurro, resta comunque accessibile, essendo non superiore ai 30 milioni di euro.