Il Milan fa cassa: due cessioni in programma

Il Milan sembra pronto a sacrificare i due giovani calciatori, non così utili alla causa, per poter ottenere un tesoretto.

Hauge
Jens-Petter Hauge (acmilan.com)

Non solo acquisti. Il Milan dovrà anche provare a sfoltire la rosa, con cessioni vere e proprie che possano consentire al club di ottenere introiti significativi. Cifre che magari potranno essere subito reinvestite per altri colpi ben più utili alla causa.

Oggi l’edizione di Tuttosport parla di un possibile doppio addio dal Milan. I rossoneri avrebbero ufficialmente messo sul mercato due giovani talenti, molto stimati dall’ambiente, ma che allo stesso tempo non saranno considerati elementi primari dal tecnico Stefano Pioli.

Si tratta del centrocampista Tommaso Pobega, rientrato dal prestito allo Spezia, e dell’esterno d’attacco Jens-Petter Hauge. Entrambi classe 1999, entrambi sul piede di partenza visto che le proposte al momento informali non mancano.


Leggi anche:


Pobega verso la Fiorentina, Hauge piace in Germania

Futuro dunque già definito per i due 22enni calciatori del Milan, che stanno lavorando alacremente nel ritiro di Milanello ma sapendo di non essere degli indispensabili. Pobega, ad esempio, ha richieste importanti fin dal termine dell’ultimo campionato.

L’Atalanta sembrava pronta ad ingaggiarlo nelle scorse settimane, ma l’interesse al momento è raffreddato. Occhio però all’inserimento della Fiorentina, su indicazione del neo tecnico Vincenzo Italiano. Il Milan ha aperto al dialogo con i viola, ma spara alto: Pobega viene valutato almeno 12-13 milioni di euro.

Tommaso Pobega (©Getty Images)

Anche per Hauge il trasferimento è una soluzione molto probabile. Il norvegese ha mostrato le sue qualità nella prima stagione italiana, facendosi notare come jolly dell’ultimo minuto anche in situazioni difficili. Nonostante ciò il Milan è pronto a sacrificarlo, avendo già ampia scelta nel suo ruolo.

Diversi club della Bundesliga si sono interessati al cartellino di Hauge, in primis l’Eintracht Francoforte. Anche in questo caso il Milan non fa sconti e chiede 12 milioni per cedere il norvegese. Praticamente tre volte la somma pagata al Bodo/Glimt nel 2020 per portarlo in rossonero.

La cessione di Pobega e Hauge porterebbe, secondo i piani del Milan, nelle casse una ventina di milioni. Utili per andare a caccia di altri obiettivi in entrata, come un trequartista centrale o un mediano di rottura.