Giroud, Brahim Diaz e Ballo-Touré: l’impatto sul bilancio del Milan

Quanto pesano a bilancio Giroud, Brahim Diaz e Ballo-Touré? I colleghi di Calcio e Finanza ci aiutano a fare i conti di queste operazioni.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (foto AC Milan)

Il Milan in questi giorni ha messo a segno tre colpi di calciomercato in entrata. Dal Monaco è arrivato Fodé Ballo-Touré, dal Chelsea è stato preso Olivier Giroud e infine dal Real Madrid è tornato Brahim Diaz.

Il club è intervenuto in ruoli nei quali era importante consegnare a Stefano Pioli dei rinforzi. Ovviamente, il mercato rossonero non si fermerà qui. Ci sono altri innesti da prendere e anche delle cessioni da effettuare. Paolo Maldini e Frederic Massara sono al lavoro.


Leggi anche:


Bilancio Milan: quanto costano Giroud, Ballo-Touré e Brahim Diaz

Giroud è stato preso a titolo definitivo per un milione di euro, più un altro eventuale milione di bonus da versare se si verificheranno specifiche condizioni. L’ex centravanti del Chelsea ha firmato un contratto di due anni a 3,5 milioni netti a stagione. Come riportato dal sito specializzato calcioefinanza.it, al lordo lo stipendio peserà per 4,59 milioni grazie al Decreto Crescita. Considerando anche la quota di ammortamento del cartellino da 500 mila euro, il costo totale annuale sarà così di 5,09 milioni.

Anche per Ballo-Touré affare a titolo definitivo. Il Milan verserà 4,2 milioni al Monaco e sono previsti altri 500 mila euro di bonus. Trattandosi di un contratto quadriennale, la quota annuale di ammortamento sarà di 1,05 milioni. Non è noto l’ingaggio, ma ipotizzando un importo da un milione netto a stagione (1,31 lordi con il Decreto Crescita), il costo totale a bilancio per il 2021/2022 sarà di 2,36 milioni.

Per quanto riguarda Brahim Diaz, il prestito biennale oneroso costerà 1,5 milioni annui. Se venisse confermato lo stipendio precedente da 0,5 milioni netti (0,66 lordi) il peso dell’affare sarebbe di 2,16 milioni per la stagione 2021/2022.