Milan, trattativa in fase di stallo: il futuro di Hauge è ancora in bilico

La trattativa fra i rossoneri e il club tedesco prosegue ma negli ultimi giorni non ha subito particolari evoluzioni. Il norvegese vuole giocare di più.

Hauge
Jens-Petter Hauge (acmilan.com)

Il Milan continua a lavorare in maniera intensa sul mercato per garantire a mister Stefano Pioli una rosa pronta già per l’inizio del campionato. Un occhio costante va anche alle uscite, con alcuni giocatori decisamente difficili da piazzare, come ad esempio Conti e Caldara. Le ultime stagioni di questi calciatori, decisamente poco convincenti, non invogliano gli eventuali acquirenti all’investimento.

Non è però questo il caso di un altro giocatore in uscita dai rossoneri, ovvero Jens Petter Hauge. Il 21enne ha fatto intravedere buone qualità nella sua prima stagione milanista, pur senza avere avuto un minutaggio importante. Il calciatore vorrebbe giocare con più continuità e il Milan sarebbe anche disposto ad accontentarlo, ovviamente a fronte di un’offerta importante. In questo momento la Bundesliga rimane la destinazione più probabile, in particolare l’Eintracht Francoforte, anche se negli ultimi giorni non sono stati fatti passi avanti.


Leggi anche:


Fase di stallo fra Milan e Eintracht

La trattativa fra i rossoneri e il club tedesco starebbe vivendo una fase di stallo. L’esterno norvegese piace molto ma in questo momento non si avvertono sviluppi, in un senso o nell’altro. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport ieri, anche il Wolfsburg rimane sulle tracce del giocatore. Il Diavolo sarebbe pronto a privarsi del classe ’99 ma a patto di realizzare una plusvalenza importante (l’attaccante è stato preso per 5 milioni dal Bodo Glimt).

La valutazione fatta dalla dirigenza rossonera per il suo cartellino è di 15 milioni ma le offerte attualmente non hanno superato i 10. Con la permanenza di Leao, Brahim Diaz e Rebic e con l’imminente arrivo di un altro trequartista, lo spazio per Hauge al Milan potrebbe rimanere poco anche nella prossima stagione. Per questo motivo il Milan ha intenzione di risolvere la situazione e trovare la soluzione giusta.