Milan, due cessioni per finanziare il colpo Insigne: i dettagli

Tentazione Insigne per il Milan, che per il ritorno in Champions potrebbe approfittare dello standby tra il giocatore e il Napoli sul rinnovo.

Insigne Lorenzo
Lorenzo Insigne (©Getty Images)

Il futuro di Lorenzo Insigne potrebbe non essere al Napoli. Il contratto scade a giugno 2022 e in questo momento sembra lontana la possibilità di un rinnovo.

Il Napoli farà un tentativo per prolungare l’accordo con il giocatore, però la sua cessione è tutt’altro che da escludere. Nonostante il legame che il 30enne esterno offensivo sente con i colori della squadra e la città, i rapporti con il patron Aurelio De Laurentiis non è dei migliori e pertanto in questa sessione estiva di calciomercato potrebbe maturare il divorzio.


Leggi anche:


Dalla Spagna: il Milan pensa a Insigne

In Spagna il portale Todofichajes.com scrive che Insigne non continuerà a giocare nel Napoli. De Laurentiis non sarebbe disposto a cedere alle richieste economiche del calciatore e lo ritiene trasferibile.

Atletico Madrid, Juventus e Inter hanno mostrato interesse. Tuttavia, sembra che in pole position di ci sia il Milan. Il club rossonero sogna un grande colpo per il ritorno in Champions League e sta pensando a Insigne.

Il Napoli spera di incassare circa 30 milioni di euro e il Milan sta studiando un’offerta da presentare prossimamente. Adesso la società di via Aldo Rossi ha la necessità di cedere e fare un po’ di cassa per poter poi investire nel mercato in entrata.

Considerando il ruolo in cui gioca Insigne, è facile pensare che a uscire potrebbero essere Rafael Leao e Jens Petter Hauge. Già ora sono entrambi ritenuti non incedibili. Dalla cessione di questi due giocatori il Milan può ricavare complessivamente oltre 40 milioni. Vedremo se ci saranno sviluppi a breve.