Milan, il punto sugli adii: si cerca la formula giusta

Il punto sulle cessioni del Milan. I rossoneri devono liberarsi degli esuberi per capire quanto poter investire per i prossimi colpi. Occhi chiaramente puntati sul nuovo trequartista

Milan
Milan (© Getty Images)

Manca più di un mese alla conclusione del calciomercato. Il Milan di Paolo Maldini deve ancora operare: l’acquisto più importante, atteso dai tifosi, è il trequartista, che dovrà prendere il posto di Hakan Calhanoglu.

E’ evidente che il solo Brahim Diaz non possa bastare. Serve un importante investimento per migliorare un reparto, che deve essere migliorato. Il profilo che più piace resta quello di Ziyech, che può giocare sia a destra che al centro. Bisogna pazientare, per capire se il Chelsea aprirà alla cessione in prestito con diritto di riscatto.

Le alternative non mancano, così le opportunità. Dal Real Madrid, ad esempio, Isco e Ceballos restano in uscita, al pari di James Rodriguez dall’Everton.

Il Milan, verosimilmente, deciderà di investire sul trequartista, puntando ad un nuovo prestito con diritto di riscatto. Una formula che ha dato i suoi frutti, con i rossoneri, che hanno dimostrato di riscattare i calciatori che meritano. Possibile dunque nuovi affari alla Tomori.


Leggi anche:


Il punto sugli addii

Prima però bisogna cedere: “Il Milan non penso prenda 30-40 milioni e li usi per il mercato – ammette Pellegatti sul proprio canale YouTube – Caldara sembra che possa andare al Torino. Leao e Hauge? Anche le altre squadre aspettano gli esuberi per trovare formule più comode. Pobega? Speriamo possa giocare domani… se rispondesse alle esigenze di Stefano Pioli, i rossoneri risparmierebbe sul quarto centrocampista”.

Non vanno dimenticati, chiaramente, anche Conti, pronto a salutare quando arriverà Dalot, e Samu Castillejo, che il Milan vorrebbe vendere ma serve l’offerta giusta, di circa 8 milioni.