Centrocampo Milan: Bakayoko in attesa, Pioli valuta due soluzioni

Il Milan è a caccia del quarto centrocampista. Bakayoko rimane il favorito; da valutare le posizioni di due rossoneri 

Tiemouè Bakayoko
Tiemouè Bakayoko (©Getty Images)

Il Milan, oltre al nodo trequartista, deve anche sciogliere quello riguardante il quarto centrocampista da regalare a Stefano Pioli. Il Corriere dello Sport, nella sua edizione odierna, ha fatto il punto attorno alla questione riguardante Tiemouè Bakayoko. Il mediano francese è probabilmente il profilo in cima alla lista dei desideri di Maldini e Massara. Ma il Chelsea sta facendo da muro al suo possibile ritorno.

Dal canto suo, Bakayoko ha già fatto sapere, qualche giorno fa, di voler tornare in rossonero e che è disposto ad attendere anche sino all’ultimo giorno di mercato. Insomma, la volontà è comune, ma appunto la situazione potrebbe sbloccarsi soltanto a partire dalla seconda metà di agosto. È risaputo che il Milan vorrebbe prelevare il centrocampista in prestito con diritto di riscatto; una formula però complicata in quanto il contratto di Tiemouè col Chelsea è in scadenza nel 2022.

Ed ecco che i blues sono pronti al rinnovo annuale; stessa soluzione messa in atto con Olivier Giroud. Ma Bakayoko ha già rifiutato qualsiasi tipologia di prolungamento. Ad oggi, il Chelsea valuta il suo cartellino 10-12 milioni di euro, ma il Milan è stato chiaro: o in prestito o attraverso l’esborso di un piccolo indennizzo. Come dicevamo, bisognerà pazientare sino a fine agosto per capire se il Chelsea può ammorbidire le pretese pur di liberarsi dall’esubero Bakayoko.

Il Milan, nel frattempo, è attento alle valutazioni di due centrocampisti che ha già in rosa.


Leggi anche:


Milan, Krunic e Pobega alternative concrete di centrocampo?

Il Corriere dello Sport ha continuato il suo focus spostando l’attenzione su Rade Krunic e Tommaso Pobega. Considerando il fatto che la dirigenza è alla ricerca di un quarto centrocampista, nulla vieta che questo profilo Stefano Pioli lo possa già avere in rosa. Soprattutto Pobega, che sembrava vicinissimo alla cessione (all’Atalanta) è adesso riuscito a far cambiare idea a dirigenza e allenatore. Sta facendo molto bene nel lavoro di preparazione e sta soprattutto dimostrando di potersi adattare a mediano, anche se è un mezz’ala naturale.

La sua conferma in rosa potrebbe far comodo al Milan anche dal punto di vista delle liste Champions, dato che andrebbe ad occupare una casella importante come prodotto del vivaio rossonero. Per quanto riguarda Krunic, è considerato dal Milan un perfetto jolly, dato che può essere impiegato sia sulla trequarti che sulla linea mediana. Insomma, i rossoneri potrebbero anche essere già coperti nel reparto di centrocampo, ma molto probabilmente è necessario un innesto con più esperienza e qualità. Il primo nome è sicuramente quello di Bakayoko, che fungerebbe da perfetto vice Kessie.

A gennaio, sia l’ivoriano che Bennacer partiranno per la Coppa d’Africa e staranno fuori un mese: Stefano Pioli avrà bisogno di sostituti di qualità, oltre alla presenza scontata di Sandro Tonali. Le valutazioni sono in corso.