Ufficiale, il bomber ha firmato: piaceva anche al Milan

Un obiettivo per l’attacco del Milan ha ormai firmato ufficialmente per un altro club internazionale: notizia di poco fa.

Ucraina
Ucraina (©Getty Images)

Il Milan è sempre alla ricerca di una terza punta. Sul taccuino dei dirigenti rossoneri vi sono alcuni elementi di prospettiva che potrebbero fare comodo, sia nell’immediato che in proiezione futura, quando Ibrahimovic e Giroud lasceranno il passo ad altri colleghi.

Kaio Jorge è una pista calda ma vicina a sfumare, per via dell’inserimento possibile della Juventus. Intanto un altro possibile obiettivo è ormai decaduto definitivamente. Ovvero un centravanti che il Milan ha sondato nelle scorse settimane, anche prima di chiudere per Giroud.

Si tratta di un calciatore che si è ben comportato ad Euro 2020 ed è stato indicato come uno degli attaccanti più completi ed interessanti del panorama calcistico internazionale: ovvero l’ucraino Roman Yaremchuk.


Leggi anche:


Benfica, tutto fatto per l’acquisto di Yaremchuk

Manca ancora l’accordo ufficiale e gli annunci, ma il Benfica ha praticamente chiuso per l’acquisto di Yaremchuk. Il talentuoso centravanti ucraino è ad un passo dal trasferimento in Portogallo, per arricchire la rosa dello storico club di Lisbona.

I quotidiani lusitani già oggi parlano di accordo raggiunto tra Benfica e Gent, la squadra in cui milita Yaremchuck. L’affare dovrebbe concludersi con un esborso da 15 milioni di euro più bonus. L’ucraino firmerà a breve un contratto quinquennale e diventerà il nuovo numero 9 delle ‘Aquile’.

Yaremchuk e Shevchenko
Yaremchuk e Shevchenko (©Getty Images)

Yaremchuk era un profilo proposto al Milan anche dal c.t. ucraino Andriy Shevchenko, che aveva consigliato alla sua vecchia squadra di valutare questo centravanti classe ’95, non giovanissimo ma allo stesso tempo con ancora molti margini di crescita, autore di 2 belle reti all’Europeo estivo.

Niente da fare per il Milan. Yaremchuk giocherà nel Benfica ed i rossoneri valuteranno altre opzioni per completare l’attacco. Anche se, per caratteristiche, l’ex Gent forse sarebbe risultato un acquisto troppo simile a quello di Giroud.