Dalot, lo United non fa sconti: cosa serve per acquistarlo

Le ultime sul futuro di Diogo Dalot, il terzino ex Milan che i rossoneri stanno provando a riprendere in prestito.

Dalot
Diogo Dalot (© Getty Images)

Non si sblocca ancora la trattativa per riportare Diogo Dalot al Milan. Il terzino portoghese resta la prima scelta dei rossoneri per rinforzare la corsia destra, visto che al momento mister Pioli può contare solo su Davide Calabria come titolare.

Neanche considerata la presenza di Andrea Conti, che il Milan conta di cedere entro la fine dell’estate. Urge dunque un altro laterale, visto che con il doppio impegno campionato-Champions League i rossoneri hanno bisogno più che mai di una rosa vasta e completa.

Il Manchester United però ha sempre risposto con freddezza all’ipotesi di un rinnovo del prestito di Dalot. Inizialmente si era parlato della volontà del manager Solskjaer di trattenerlo ad Old Trafford per testarlo, ma arrivano novità interessanti in tal senso.


Leggi anche:


Il Manchester United apre al prestito, ma solo oneroso

Secondo quanto riportato dal giornalista ed esperto di mercato Fabrizio Romano, il Manchester United starebbe stavolta aprendo all’ipotesi di un trasferimento in prestito. Un’importante novità per il Milan, che si riavvicina a Dalot, ma con condizioni particolari.

I britannici possono cedere il terzino a titolo temporaneo, ma con un’operazione onerosa: chiesti almeno 4-5 milioni di euro per il prestito più l’aggiunta di una clausola per il riscatto definitivo. Insomma, stop ai prestiti gratuiti e secchi, ora lo United vuole ricavare qualcosa anche parzialmente per la partenza di Dalot.

 

Il Milan avrebbe preferito un affare meno costoso, anche se le cifre in questo senso sembrerebbero favorevoli. Nei prossimi giorni potrebbero tornare ad essere caldi i dialoghi tra le parti. Lo United vuole accelerare per poter poi virare sull’inglese Kieran Trippier. Il laterale dell’Atletico Madrid è stato individuato come un rinforzo ideale per la difesa.