Milan, cessione sempre più probabile: potrebbe finire in Serie B

Considerato un esubero da Pioli, il rossonero è sempre più vicino all’addio. Potrebbe addirittura finire in Serie B

Milan
Milan (©Getty Images)

Il mercato del Milan, a due settimane dall’inizio del campionato, non è ancora completo. Stefano Pioli ha la necessità di ulteriori rinforzi per avere una rosa competitiva e per provare di nuovo l’accesso nelle prime quattro della classifica, oltre al voler fare bella figura in Champions. Per ora la società rossonera è stata fra le più attive fra riscatti e acquisti; adesso però c’è da sfoltire la rosa e di fare cassa. Ci sono tanti calciatori che non rientrano nel piano tecnico e tattico del club e dell’allenatore: fra questi c’è Hauge, ormai prossimo al trasferimento all’Eintracht Francoforte. Il norvegese si trasferirà in Germania in prestito con obbligo di riscatto, l’incasso si aggira intorno ai 12 milioni di euro. Ma non è finita qui.

Mattia Caldara ha fatto le visite mediche e andrà al Venezia, poi ci sono da piazzare altri calciatori: per Samu Castillejo non ci sono offerte, lo stesso anche per Rade Krunic. Chi, invece, sembra avere un buon interessa, è Andrea Conti, un altro che non rientra nei piani di Pioli. Rientrato dal prestito al Parma, secondo la Gazzetta dello Sport, non è da escludere addirittura un ritorno in Emilia, in Serie B quindi. Ci sono però anche altre squadre italiane che ne stanno valutando l’acquisto. Finora sono arrivati dei sondaggi e il Milan spera in qualche offerta seria e concreta; sarebbe il massimo venderlo a parametro zero, più probabile invece il solito prestito con diritto o obbligo di riscatto. Al suo posto, i rossoneri spingono per riavere Dalot, ma occhio al piano B Odriozola.