Addio Castillejo, il Milan sceglie l’esterno

Con l’addio di Samu Castillejo, l’acquisto di un nuovo esterno destro sarebbe sicuro. Tanti i nomi sul taccuino del Milan: il preferito resta Ziyech

Samu Castillejo
Samu Castillejo (© Getty Images)

Sono giorni caldi per il calciomercato del Milan, sia in entrata che in uscita. Nelle ultimissime ore, la lente di ingrandimento è stata puntata su Samu Castillejo. La notizia, che ha trovato sempre più conferme anche in Italia, è arrivata dalla Spagna: il Getafe fa sul serio per l’esterno mancino.

Contatti continui, anche con l’agente Manuel García Quilón, per chiudere l’affare il prima possibile. Non sono ancora chiari i dettagli dell’affare ma il Milan per non mettere a bilancio una minusvalenza dovrà cedere l’ex Villarreal almeno a circa 8,5 milioni di euro ma non sono escluse formule, simili a quelle con cui è stato ceduto Hauge.

E’ evidente, però, che l’addio di Castillejo aprirebbe definitivamente le porte anche ad un nuovo esterno di destra. Il Milan ha bisogno di un calciatore capace di saltare l’uomo in velocità, che porti goal alla causa.


Leggi anche:


Ziyech in cima alla lista

L’idea Ilicic potrebbe tornare di moda verso la chiusura del mercato ma l’obiettivo numero uno resta Ziyech. Il Milan farà un nuovo tentativo per il marocchino, sperando che il Chelsea accetti la cessione in prestito con diritto di riscatto.

L’ex Ajax, in un colpo solo, risolverebbe il problema del ‘dieci’ e dell’esterno di destra. Ecco perché nessun acquisto sarebbe migliore di Ziyech. Attenzione chiaramente alle sorprese, che possono arrivare dalla Francia, mercato, più di altri, conosciuto dalla dirigenza rossonera.

Potrebbe così tornare di moda il nome di Ikone del Lille ma anche di Mohamed Daramy del Copenhagen. Il classe 2002 è un profilo che piace parecchio ma attenzione, però, anche all’idea Damsgaard della Sampdoria che al giusto prezzo potrebbe diventare un affare. Più che complicato, invece, Domenico Berardi, per il quale servirebbero più di 40 milioni di euro.