Milan, parla l’obiettivo: “Non temo l’estero. Con Ibra e Kessie crescerei molto”

Il giovane centrocampista del Nancy ha parlato a Est Republican e ha commentato un possibile trasferimento in rossonero.

Maldini Paolo
Paolo Maldini (©Getty Images)

Fra i tantissimi profili accostati al Milan, di alcuni non se ne è alla fine fatto nulla. La dirigenza rossonera ha vagliato molte opzioni soprattutto in Francia. Molte di queste erano giovani talenti che il calcio francese ha messo in mostra. Giocatori che sono stati monitorati e sui quali si saranno fatte diverse valutazioni.Di certo c’è il concreto interesse per il classe 2003 Warren Bondo, talento del Nancy che è finito sul taccuino di Maldini nelle scorse settimane.

Il giovane calciatore non ha chiuso a un trasferimento e ha spiegato a Est Republicain: “I discorsi per il rinnovo vanno avanti da molto tempo ma finora non abbiamo trovato un accordo. Gioco in Ligue 2 dall’inizio della stagione sono contento. Il prolungamento è ovviamente una questione di stipendio, ma non ho intenzione di scontrarmi con il Nancy. Voglio lasciare un buon ricordo qui. Bisogna ricordare che nel 2019 ho avuto la possibilità di firmare per il Psg”.


Leggi anche:


Il centrocampista, all’interno dell’intervista, ha poi anche commentato l’interesse mostrato dal Milan: “Molti giovani giocatori hanno fallito andando all’estero troppo in fretta, lo so. Ma allo stesso tempo non sono il tipo che ha paura. Giocare con gente tipo Ibrahimovic, Giroud e Kessie mi aiuterebbe a crescere tanto, ma non siamo ancora arrivati a questo punto. Sono al Nancy, coinvolto al 100% nel progetto”.

Sembra quindi che per il momento Bondo sia destinato a rimanere in Francia. Dalle sue parole si può comunque immaginare che l’ipotesi Milan sia soltanto rimandata. Bisognerà vedere se in futuro il Diavolo punterà ancora sul talento o se qualche altro top club finirà sulle sue tracce.