Pellegri-Milan, tutto pronto: visite e firme in settimana

Pietro Pellegri sarà presto un nuovo calciatore del Milan. Ormai l’attaccante ha detto sì ai rossoneri ed è pronto al salto.

Pellegri
Pietro Pellegri (©Getty Images)

Il Milan è pronto ad arricchire ancor di più il proprio reparto offensivo. Dopo aver affiancato Olivier Giroud al sempreverde Zlatan Ibrahimovic, il club rossonero sta chiudendo per la cosiddetta terza punta, un profilo giovane che può risultare utile alla lunga.

Fino a qualche settimana fa il nome ideale per il centravanti di prospettiva sembrava essere quello di Kaio Jorge, attaccante brasiliano del Santos. Ma l’inserimento della Juventus ha reso impossibile tale pista, visto che il classe 2002 ha scelto di trasferirsi a Torino.

Paolo Maldini e Ricky Massara hanno dunque virato verso un vecchio pallino. Il giovanissimo Pietro Pellegri, centravanti genovese che gioca nel Monaco. Un talento purissimo, cristallino, sbocciato presto. Forse troppo, visto che dopo gli exploit a soli 16 anni è rimasto un tantino bloccato, tra infortuni e promesse non mantenute.


Leggi anche:


Pellegri a Milano nelle giornata di martedì

Pellegri è ormai ad un passo dal Milan. La scelta rossonera si concretizzerà a breve, visto che i contatti recenti sia con l’agente Beppe Riso che con il Monaco sono risultati proficui e positivi. La formula è la stessa del trasferimento di Florenzi: prestito oneroso da 1 milione e riscatto fissato a 6-7 milioni di euro.

Come sostiene la Gazzetta dello Sport, Pellegri dovrebbe sbarcare a Milano in settimana, soltanto dopo il match di domani tra Sampdoria e Milan valido per la prima di campionato. Martedì dunque sarà il giorno ideale, con visite mediche e firme previste dunque per il 24 agosto.

L’unico dubbio del Milan, che però non ha fretta di lanciarlo, è la condizione atletica. Pellegri ha giocato l’ultima gara ufficiale al Monaco a maggio scorso, ma si trattò di uno spezzone nel finale praticamente invisibile. Prima di allora tante panchine e molti infortuni muscolari. Ma l’ex genoano ha assicurato di stare meglio e di aver svolto la preparazione atletica estiva senza patemi d’animo.