Calciomercato Milan, per Corona serve uno sforzo: la richiesta del Porto

Le ultime sulla trattativa del Milan per Jesus Corona. Il fantasista messicano è vicino, ma non ancora vicinissimo.

corona
Jesus Corona (©Getty Images)

Giorni caldissimi in casa Milan. Non solo per il meteo o per la vicinanza con i primi impegni ufficiali di campionato. Il calciomercato sta continuando a tenere banco, con i dirigenti rossoneri impegnati su diversi tavoli per definire la rosa 2021-2022.

Dopo aver ufficializzato Pietro Pellegri, la dirigenza vuole completare il reparto offensivo con almeno un altro innesto sulla trequarti. A Stefano Pioli farebbe comodo un fantasista che possa agire con naturalezza sia centralmente che sulle corsie laterali.

In tal senso il nome più in voga resta quello di Jesus Corona. Il messicano in scadenza con il Porto è divenuto un obiettivo primario per il Milan, che ha iniziato da giorni i dialoghi con il club portoghese. L’opzione è fattibile ma mancano ancora gli accordi decisivi.


Leggi anche:


Il Porto chiede 17 milioni per Corona

Le ultime sulla trattativa suddetta arrivano dal portale Gianlucadimarzio.com. Secondo l’esperto di calciomercato, stamattina sarebbero andati in scena nuovi dialoghi tra Milan e Porto per cercare di raggiungere un accordo. I portoghesi sono pronti a cedere Corona ma solo a patto di incassare una somma adeguata.

Il Milan ha messo sul piatto circa 10 milioni di euro per il classe ’93, che va in scadenza tra meno di un anno. Ma il Porto ritiene tale offerta troppo bassa, rispondendo con una proposta da 17 milioni bonus compresi. Il tutto sembra una strategia per ottenere almeno 15 milioni dalla cessione del messicano, conoscendo però il rischio di perderlo a costo zero tra diversi mesi.

Le società dovrebbero aggiornarsi nel pomeriggio. Il Milan sembra convinto di affondare il colpo per Corona, che ha avuto anche il placet di mister Pioli come elemento potenzialmente utile alla causa. Va trovato un compromesso economico: per questo Paolo Maldini chiederà uno sforzo alla proprietà Elliott e chiudere un altro colpo di qualità in attacco.