Romagnoli, futuro incerto al Milan | Un club pensa all’assalto

Non sembra esserci un futuro al Milan oltre la stagione 2021/2022 per Romagnoli. Alcuni club pensano al suo ingaggio, uno in particolare.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Come Franck Kessie, anche Alessio Romagnoli ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e un futuro abbastanza incerto. Ad oggi, il rinnovo appare improbabile.

I rapporti tra il Milan e Mino Raiola, agente del giocatore, non sono dei più idilliaci. Intavolare una trattativa è molto complicato, anche perché l’ex Roma percepisce già un ingaggio molto alto e il club non intende dare un aumento. Al momento, sembra molto probabile un addio a parametro zero nell’estate 2022.


Leggi anche:


Mercato Milan, assalto Lazio a Romagnoli?

Secondo quanto rivelato dal quotidiano Il Messaggero, la Lazio ha Romagnoli come idea per rinforzare la difesa. In caso di cessione di Denis Vavro, è possibile un tentativo del club biancoceleste per il centrale del Milan negli ultimi due giorni del calciomercato.

Operazione complicata, anche perché la società rossonera non vuole regalare il cartellino di un giocatore ritenuto comunque importante. Vero che è in scadenza di contratto a giugno 2022, però servirebbe una buona offerta per dare l’ok alla cessione. Inoltre, va considerato che la vendita di Romagnoli costringerebbe Paolo Maldini e Frederic Massara a prendere un sostituto. Il tempo è poco e la dirigenza del Milan ora è concentrato su altre opzioni in entrata e in uscita.

Appare molto complicato un trasferimento di Romagnoli entro il 31 agosto. La sensazione è che l’addio del difensore 26enne, dichiarato tifoso laziale, avverrà solamente nel 2022. Pur non essendoci una trattativa per il prolungamento contrattuale, Stefano Pioli ha ammesso di ritenerlo un elemento importante della squadra. È tuttora il capitano, seppur vada in panchina, e l’allenatore sta pensando pure alla difesa a tre per farlo giocare.