Calciomercato Milan, ufficiale Yacine Adli | Formula e cifre

Il Milan ha ufficializzato l’acquisto di Yacine Adli dal Bordeaux. Un colpo di prospettiva per il club rossonero, che lo ha trattato per diverse settimane.

Adli Yacine Maldini Massara
Yacine Adli con Paolo Maldini e Frederic Massara (foto AC Milan)

Yacine Adli è un nuovo giocatore del Milan. Poco fa il club rossonero ha emesso un comunicato ufficiale per annunciare l’arrivo del giovane talento dal Bordeaux.

AC Milan è lieto di annunciare di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Yacine Adli da FC Girondins de Bordeaux. Il calciatore si lega al Club rossonero fino al 30 giugno 2026. Contestualmente, Adli viene ceduto a titolo temporaneo annuale alla stessa società francese.

Nato a Vitry-sur-Seine (Francia) il 29/07/2000, Adli cresce nel Settore Giovanile del Paris Saint-Germain e debutta in Prima Squadra nel 2018. Nel gennaio 2019 si trasferisce al Bordeaux, con cui colleziona 72 presenze 5 gol.


Leggi anche:


Yacine Adli dal Bordeaux al Milan: tutti i dettagli

Il Milan ha preso Adli a titolo definitivo per circa 10 milioni di euro, ma lo lascia in prestito per una stagione al Bordeaux. Questo tipo di formula ha permesso al club rossonero di abbassare l’esborso di denaro per il cartellino del giocatore. I girondini inizialmente avevano fissato un prezzo più alto, però lo ha successivamente abbassato di fronte alla possibilità di tenere ancora il centrocampista per un anno.

Adli è cresciuto nel settore giovanile del PSG, poi nel gennaio 2019 è passato al Bordeaux per circa 5,5 milioni. 5 gol e 8 assist nelle 72 presenze messe assieme nella nuova squadra. Le sue prestazioni hanno attirato le attenzioni di tante società. Alla fine a spuntarla è stato il Milan, che si assicura un giovane talento molto promettente.

Il 21enne francese è un centrocampista molto dotato tecnicamente e anche duttile tatticamente. Può giocare sia in mediana che da da trequartista. Disputare un’altra stagione in Francia dovrebbe permettergli di giocare con maggiore continuità rispetto a quella che avrebbe avuto a Milano. Nelle prime quattro giornate di Ligue 1 è partito titolare solamente nella prima, subentrando nel secondo tempo nelle successive.