Milan, Pioli studia il centrocampo a 3: tutte le soluzioni

Alternative tattiche per il Milan che verrà. Mister Pioli potrebbe ipotizzare un nuovo schieramento in futuro.

Pioli
Stefano Pioli (acmilan.com)

Uno dei principi fondamentali su cui si è basata la rinascita del Milan nell’era Stefano Pioli è sicuramente il modulo. Il tecnico emiliano, fin dalle prime settimane di lavoro, decise di cambiare l’impianto tattico rossonero, passando al 4-2-3-1 che è attualmente ancora lo schema di riferimento.

Un modulo che ha saputo elevare e migliorare le caratteristiche di squadra e di gioco del Milan. Non a caso con Pioli i rossoneri vantano una media-punti fenomenale ed un secondo posto nell’ultimo campionato che ha riportato finalmente il Diavolo a qualificarsi in Champions League.

Ma il calcio si sa, è variabile e spesso bisogna saper cambiare ed adattarsi per poter migliorare e rendersi ancor più imprevedibili. Soprattutto in un campionato tattico come quello di Serie A. Per questo motivo, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, Pioli starebbe valutando delle alternative di formazione.


Leggi anche:


Kessie-Bennacer-Tonali assieme? Pioli ci pensa

L’idea alternativa per rendere il Milan ancor più compatto e completo in campo sarebbe quella di arricchire il centrocampo. Ad oggi infatti Pioli potrebbe far fatica a scegliere chi escludere fra i suoi tre mediani titolari, tutti competitivi e con caratteristiche complementari.

Franck Kessie, ancora alle prese con il recupero da un infortunio, è il ‘Presidente’, lo stakanovista del gruppo. Ismael Bennacer il mastino tutto grinta e geometrie ed infine Sandro Tonali che sta dimostrando finalmente qualità e maturità in mezzo al campo.

L’intenzione di Pioli sarebbe quella di schierare i suddetti tre calciatori contemporaneamente. Magari provando un modulo ad ‘Albero di Natale‘: Kessie-Bennacer-Tonali in mediana, Brahim Diaz e Leao sulla trequarti alle spalle di una prima punta.

Oppure l’ipotesi modulo a ‘rombo’. Il 4-3-1-2 che tanto bene portò al Milan di Carlo Ancelotti. I tre centrocampisti confermati titolari, Diaz ad agire come fantasista e il tandem Ibrahimovic-Giroud in attacco. Oppure un 4-3-3 più classico, con una punta centrale e due esterni offensivi (Messias e Rebic) a completare il reparto offensivo.

Insomma, le soluzioni non mancano. Pioli potrà valutare di adoperarle senza fronzoli durante la stagione, vista anche la profondità della sua rosa. Non è da dimenticare che oltre a Kessie, Bennacer e Tonali il tecnico rossonero potrà anche fare affidamento su Bakayoko e Krunic, altre armi da non sottovalutare in mediana.