Dalla Spagna – Kessie, via dal Milan a zero: accordo raggiunto!

Franck Kessie sembra sempre più lontano dal Milan. Le ultime indicazioni potrebbero non essere così positivo.

Franck Kessie
Franck Kessie (© Getty Images)

Il Milan deve ancora destreggiarsi in quella che è la situazione più complessa del momento. Ovvero il difficile rinnovo di Franck Kessie, uno dei titolarissimi delle ultime annate che però rischia seriamente di lasciare il club a fine stagione.

I rossoneri non hanno ancora trovato l’accodo per rinnovare prima della scadenza di giugno 2022. Nel frattempo in tutta Europa si parla di un trasferimento sicuro e di possibili accordi con altre società di primissimo piano.

Le ultime indiscrezioni che arrivano dalla Spagna, precisamente dal portale Todofichajes.com, appaiono piuttosto chiare. I rapporti tra Kessie ed il Milan sembrano sempre più logori, con bassissime possibilità di un rinnovo contrattuale futuro.


Leggi anche:


Kessie-Psg, accordo già raggiunto per giugno

Pare proprio che Kessie abbia deciso di non trattare più il rinnovo. Nonostante manchino circa nove mesi alla scadenza naturale, l’ivoriano dovrebbe virare su altre scelte. Addirittura, secondo ciò che scrivono dalla Spagna, sarebbe già stato trovato un principio d’accordo.

La squadra eletta ad ingaggiare Kessie sarebbe il Paris St. Germain, uno dei club più ricchi al mondo. I francesi sembrano in pole assoluta, anche grazie ai buoni uffici di Leonardo. L’ex d.g. del Milan avrebbe l’accordo quasi definitivo con l’entourage del centrocampista.

Il primo obiettivo del PSG per il centrocampo sembrava essere il giovanissimo francese Eduardo Camavinga, classe 2002 che però è stato ingaggiato dal Real Madrid negli ultimi giorni della sessione estiva. Ecco perché Kessie è divenuto un obiettivo concreto dei parigini in vista della prossima annata.

Il Milan dunque appare destinato a perdere il suo centrocampista di maggior spessore, a meno di un’offerta irrinunciabile di rinnovo. Il PSG per la seconda volta in due anni è invece vicino a strappare un titolare rossonero a costo zero, dopo il caso Donnarumma.