Ibrahimovic a caccia di un record assoluto: può raggiungerlo in Liverpool-Milan

Zlatan Ibrahimovic può mettere a segno un record storico nella gara di Champions League contro il Liverpool. Lo svedese vive di sfide e traguardi!

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Ha dimostrato ancora una volta di essere quel leone che ha fame di gol, risultati e successo. Recuperato completamente dall’infortunio, Zlatan Ibrahimovic ha ruggito nel suo esordio in Serie A mettendo subito a segno un gol cruciale contro la Lazio, soltanto due giorni fa. Ha ritrovato la sua curva a sostenerlo ed applaudirlo, ha goduto della celerità delle sue prestazioni.

Adesso, il gigante di Malmoe è pronto a prendersi tutta la scena della Champions League. Domani, contro i Reds di Klopp potrebbe partire da titolare. Una supposizione che potrebbe trovare conferma nel fatto che oggi parlerà in conferenza stampa al fianco di Mister Pioli. Quella contro i biancocelesti è stata probabilmente una prova del nove per il suo ginocchio sinistro, che operato a giugno sembra ormai essere del tutto recuperato.

Contro il Liverpool potrebbe quindi partire dal 1’ minuto e puntare alle stelle; un gol ai Reds gli permetterebbe di mettere a segno un record storico e di raggiungere un importante traguardo personale. Ibra lo sa bene, e lui è abituato all’adrenalina delle sfide, collettive e individuali.


Leggi anche:


Ibra punta i 50 in Champions: diventerebbe il marcatore più anziano della competizione

Questa mattina, i più noti quotidiani sportivi faticano a parlare d’altro. Zlatan Ibrahimovic, con un gol ai Reds, raggiungerebbe quota 50 gol in Champions League e inoltre diventerebbe il marcatore più longevo della competizione. Attualmente, il record va a Francesco Totti che a 38 anni e 59 giorni segnò su punizione al CSKA Mosca. 

Ibrahimovic è chiamato alla grande impresa. Fare gol per lui non è affatto un’impresa, ma è certo che il Liverpool rappresenta un avversario nettamente differente dalle italiane: difesa fisica e molto solida e con centrali di altissimo livello. A Zlatan servirà lo spunto giusto, quello geniale che lo contraddistingue.

Stefano Pioli scioglierà domani le riserve: Ibra o Giroud titolare? Più plausibile lo svedese, dato che l’ex Chelsea è tornato soltanto ieri ad allenarsi in gruppo dopo la positività al Covid-19. Zlatan manca dal palcoscenico della Champions da ben 1988 giorni, e l’ultimo gol ( il 49°) lo ha messo a segno il 6 aprile del 2016 con la maglia del PSG.

Domani potrebbe essere il D-Day perfetto per l’attaccante quasi quarantenne.