Champions League, prima giornata – Le squadre più giovani: Milan nella top 5

Il Milan figura sul podio della classifica delle squadre più giovani per età media della prima giornata di Champions League. Scopriamo la sua posizione 

Milan Champions League
Milan Champions League (Twitter)

Un esordio bello testo quello del Milan in Champions League. Dopo sette anni d’assenza, i rossoneri hanno incontrato il Liverpool di Klopp nella prima gara dei gironi di qualificazione. Una sfida che ha visto emergere i tanti limiti della squadra di Stefano Pioli. Difficoltà legate innanzitutto all’inesperienza della maggioranza dei rossoneri in campo.

Pochissimi avevano già disputato una gara di Champions, e la pressione di un Anfield stracolmo di tifosi, contro una delle squadre più forti al mondo, ha subito messo in evidenza il gap d’esperienza tra le due squadre. Ovviamente, il dislivello tecnico è stato anche quello abnorme. La squadra di Klopp ha mostrato diverse marce in più dal punto di vista dell’intensità di gioco, di palleggio e di ricerca della profondità.

Nonostante tutto, il Milan è uscito a testa alta, riuscendo ad infliggere ben due reti ai Reds. Una vera impresa sfiorata, dato che i rossoneri hanno chiuso la prima frazione di gara in vantaggio di un gol. Peccato che nel secondo tempo il Liverpool abbia letteralmente surclassato la squadra di Pioli.

Una partita, una sconfitta, che farà bene a tutto il gruppo rossonero. L’inesperienza della squadra è testimoniata da un dato molto importante. La squadra che Stefano Pioli ha messo in campo ieri sera è stata una tra le più giovani della prima giornata di Champions League.


Leggi anche:


Prima giornata di Champions: Milan seconda squadra più giovane

Difatti, come riportato da MilanData su Twitter, il Milan è stata la seconda squadra più giovane, per età media, a giocare la prima giornata di Champions League. Al primo posto della particolare classifica figura il Salisburgo, con una squadra dall’età media di 22,6 anni.

Stefano Pioli ha schierato in campo una formazione dall’età media di 24,9 anni. Al Salisburgo e al Milan seguono Shakhtar Donetsk (25,2 anni), Young Boys (25,4) e Dynamo Kyiv (25,6). 

Il Milan sceso in campo ieri è stato orfano del suo leader più anziano, Zlatan Ibrahimovic. Mentre presente per tutta la gara c’è stato il veterano Simon Kjaer (33 anni). Nel secondo tempo sono subentrati gli altri reduci Florenzi (30 anni) e Giroud (34 anni).