Juventus-Milan, Weah-Boban e quell’esultanza memorabile da… Scudetto

Juventus-Milan, una sfida che evoca ricordi indimenticabili nei tifosi rossoneri. Tra questi rientra sicuramente la sfida del 1999 che ha lanciato la squadra di Zaccheroni verso un insperato Scudetto

Weah Juventus-Milan
Weah, il gol alla Juventus (Getty Images)

Non è mai un match qualunque quello tra Juventus e Milan. I rossoneri tornano all’Allianz Stadium quattro mesi dopo la sfida di maggio vinta con un netto 0-3, un trionfo che ha lanciato gli uomini di Pioli verso l’agognata qualificazione in Champions League e che ha interrotto una serie ininterrotta di sconfitte contro i bianconeri in trasferta che durava dal 2011, anno dell’inaugurazione del nuovo stadio.

Prima dell’avvento dello Stadium, Juventus-Milan si è giocata all’Olimpico di Torino dal 2007 al 2010, impianto in cui i bianconeri si sono spostati provvisoriamente dopo la chiusura del Delle Alpi dove il Milan ha conquistato due vittorie da Scudetto nella stagione 2003-04 (con l’1-3 di febbraio, mese del definitivo allungo sulla Roma) e nell’annata 1998-99 quando i rossoneri di Zaccheroni furono protagonisti di una straordinaria rimonta sulla Lazio che ha vissuto proprio a Torino uno dei suoi momenti più importanti e significativi.


Leggi anche 


Juventus-Milan del 1999 e quell’esultanza indimenticabile

Domenica 9 maggio 1999, terz’ultima giornata di campionato. Il Milan tallona la Lazio a un punto di distanza. Può essere il turno decisivo per i biancocelesti che ospitano all’Olimpico un Bologna già ampiamente salvo mentre il Milan è atteso al Delle Alpi dalla Juventus alla ricerca disperata di punti per la qualificazione europea.

Entrambe le partite si concludono con la parità (0-0) all’intervallo. A inizio ripresa, la Lazio sblocca il punteggio con Almeyda ma l’esultanza dell’Olimpico dura pochissimo. Weah, con un colpo di testa dei suoi, anticipa Peruzzi e Tudor e porta in vantaggio il Milan. I rossoneri diventano padroni del campo e raddoppiano al 64′. Assist mirabile di Boban e stoccata mortifera di King George che si rende poi protagonista di un’esultanza memorabile, prendendo per mano Zvone. I due corrono il settore dello stadio riservato ai tifosi milanisti che esultano in maniera incontenibile.

Finisce 0-2 per il Milan. Nel turno successivo di campionato, la Lazio pareggia con la Fiorentina e il Milan batte l’Empoli, 4-0. Il sorpasso è compiuto. A Perugia sarà trionfo. Quell’immagine di Boban e Weah a Torino resterà uno dei simboli di quell’annata e una delle esultanze più belle nella storia del club.