Verso Juve-Milan, Pioli obbligato alle rotazioni: diversi cambi in vista

La probabili scelte di formazione che Stefano Pioli farà per il match contro la Juventus. Tanti dubbi per il tecnico che deve far rifiatare chi ha giocato in Champions League

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Archiviata la sconfitta di Anfield contro il Liverpool, è già tempo di pensare al campionato di Serie A. Dopo la Lazio, il Milan dovrà affrontare un altro scontro diretto questo weekend: una trasferta ostica contro la Juventus dell’ex Allegri. I rossoneri possono avere una opportunità davvero importante, ovvero quella di creare un divario notevole con i bianconeri staccandoli di 11 punti in caso di vittoria.

Difatti, sono già 8 i punti di differenza tra le due squadre, con la Juventus ferma ad un punto nelle prime tre gare di campionato. Se i rossoneri trovassero i tre punti comincerebbero a pensare ad una ipotetica volata scudetto. Ma è troppo presto per parlare di obiettivi alla quarta giornata di Serie A. La stagione è ancora lunga e c’è da pensare partita per partita, dato che quest’anno gli impegni saranno più tosti e ricorrenti.

C’è prima di tutto da preservare i giocatori. Con la Champions League di mezzo, Stefano Pioli ha l’obbligo di attuare delle intelligenti rotazioni in modo che i suoi possano rifiatare e recuperare con cognizione le forze. È proprio quello che il tecnico parmense sta elaborando dopo la spossante gara contro il Liverpool. Diversi cambi di formazione in vista.


Leggi anche:


Tonali, Florenzi e Romagnoli ritornano dal 1’ – Rebus in attacco

La Gazzetta dello Sport fa un importante focus sulla probabile formazione del Milan contro la Juventus domenica. Ingoiata l’ennesima delusione per l’infortunio di Ibrahimovic, che probabilmente salterà la gara contro la Juventus, Pioli deve pensare a preservare chi in Champions ha speso tutte le forze.

Ecco quindi che all’orizzonte si prospettano diversi cambi rispetto alla formazione anti-Liverpool. Innanzitutto, al centrocampo ci sarà molto probabilmente il ritorno di Sandro Tonali. Il giovane ha recuperato completamente dai malesseri fisici e prenderà il posto di un non brillante Ismael Bennacer.

In difesa è pronosticato invece il ritorno di Alessio Romagnoli (già titolare contro la Lazio), con Simon Kjaer pronto a tornare in panchina dopo aver dato tutto contro i Reds mercoledì. Stesso discorso vale per Alexis Saelemaekers. Alessandro Florenzi è il favorito a partire dal 1’ minuto contro la Juventus al posto del belga.

Un ballottaggio importante da sciogliere è quello che riguarda l’attacco. Secondo la rosea, Oliver Giroud è ovviamente il favorito al posto da titolare, dato che Ante Rebic ha terminato la gara contro il Liverpool senza fiato, e chiedendo personalmente il cambio a Pioli. Ma a quanto pare, il croato scalpita e sta bene, e dato il buon feeling che sta instaurando con il ruolo di prima punta rimane tra i candidati al posto da titolare.

LA PROBABILE FORMAZIONE DEL MILAN: Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli (Kjaer), Theo Hernandez; Kessie, Tonali; Leao, Brahim Diaz, Florenzi (Saelemaekers); Giroud (Rebic).