Milan, troppi infortuni muscolari? Pioli non ci sta: “Non è vero”

In conferenza si è parlato anche dei tanti problemi fisici che hanno colpito il Milan in questo avvio di stagione, ma Pioli non è d’accordo

Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Mancano poco meno di ventiquattro ore a Spezia-Milan, gara valida per la sesta giornata del campionato di Serie A. Subito dopo, precisamente martedì sera, si scende in campo per il secondo turno di UEFA Champions League a San Siro contro l’Atletico Madrid di Simeone.

E’ stato chiaro mister Pioli: domani servirà la massima concentrazione. Non si può sbagliare così come successo nella stagione scorsa, quando proprio a La Spezia il Milan perse la testa della classifica oltre che la partita per 2 reti a zero, in quella che lo stesso mister rossonero ha definito la peggior partita dell’ultimo campionato. Si è parlato anche della questione infortuni, con l’allenatore emiliano che ha voluto esprimere il suo parere a riguardo.


Leggi anche:


Pioli: “Solo due infortuni muscolari dall’inizio della stagione”

Pioli non ci sta alle critiche dei tifosi del Milan sull’operato dello staff tecnico e medico rossonero e ci tiene a dire la sua: “Voglio fare chiarezza in modo tale da non tornare più sul discorso. Non c’è alcuna emergenza per quanto riguarda gli infortuni”, ha detto il tecnico in conferenza.

Il mister fa il punto sugli uomini non a disposizione in questo momento: “In questo avvio di stagione abbiamo avuto solo due infortuni muscolari: parlo di Kessie che si è fatto male al rientro da un’esperienza molto impegnativa alle Olimpiadi e di Krunic, che addirittura si è infortunato in Nazionale, nemmeno qui a Milanello.

La situazione sugli altri calciatori out: “Per quanto riguarda gli altri, vi spiego la situazione. Bakayoko, Ibrahimovic e Giroud hanno subìto dei traumi contusivi, per cui non si tratta di problemi muscolari. Altri come Calabria e Kjaer hanno avuto degli affaticamenti, una cosa normale che si risolve nel giro di una settimana ma non tante partite ravvicinate non è facile recuperare immediatamente. Poi c’è Messias che sta lavorando per rimettersi a posto dal punto di vista fisico”.