Atletico Madrid, l’origine bizzarra del soprannome Colchoneros

Il Milan ritrova l’Atletico Madrid a San Siro a 7 anni dall’ultimo match di Champions disputato in casa. Vi sveliamo una curiosità sul club campione di Spagna, allenato come all’epoca da Diego Simeone

Atletico Madrid
Atletico Madrid (Getty Images)

Diciannove febbraio 2014. Il Milan di Clarence Seedorf, da poco subentrato ad Allegri, affronta l’Atletico Madrid a San Siro nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. I rossoneri giocano una buona partita che non basta però per evitare il ko di misura (0-1) con gol decisivo di Diego Costa. Nonostante le difficoltà della squadra, neanche i più pessimisti avrebbero pronosticato che quella partita sarebbe stata l’ultima a San Siro per il Milan prima del ritorno in Champions League conquistato la scorsa stagione.

Sono passati sette anni e mezzo da allora, un periodo lunghissimo e il destino ha voluto che il Milan si ripresentasse nella massima competizione continentale, in casa, proprio al cospetto della squadra affrontata per l’ultima volta. Due destini opposti quelli di Milan e Atletico dal 2014. Tante difficoltà e poche soddisfazioni per il Milan. Due campionati, un’Europa League e una Supercoppa Europea vinte per l’Atletico con la delusione enorme delle due finali di Champions perse entrambe con il Real Madrid.

Negli ultimi sette anni, l’Atletico non ha rinunciato al suo condottiero, l’unico insostituibile, l’allenatore Diego Pablo Simeone, colui che incarna più di tutti l’anima e lo spirito battagliero dei Colchoneros, l’appellativo che, da oltre un secolo, contraddistingue la compagine madrilena e che ha un’origine piuttosto curiosa.


Leggi anche 


Atletico Madrid, l’origine dell’appellativo Colchoneros

Il 1912 è un anno importante nella storia dell’Atletico. In quella stagione, infatti, il club decide di cambiare i colori ufficiale passando dal bianco e blu agli attuali bianco e rosso a strisce verticali, una scelta cromatica che, all’epoca, ricordava e non poco le tele che rivestivano i Materassi.

Diego Simeone
Diego Simeone (© Getty Images)

Da questo accostamento è scaturito l’appellativo Colchoneros che tradotto in italiano significa letteralmente “Materassai”. La parola deriva da Colchon ovvero Materasso, un soprannome bizzarro che, sul campo visti i risultati ottenuti dall’Atletico, ben poco si addice agli uomini di Simeone nell’accezione calcistica del termine.