Milan-Atletico Madrid, la moviola di Cesari: “Cakir ha cambiato le sorti della partita”

Le parole di Graziano Cesari, ex arbitro, nel post partita Mediaset di Milan-Atletico Madrid, terminata 2-1 in favore dei colchoneros

Cuneyt Cakir arbitro
L’arbitro Cuneyt Cakir (©Getty Images)

Nel post partita su Mediaset di Milan-Atletico ha parlato l’ex arbitro Graziano Cesari, che non le ha mandate a dire sull’arbitro Cakir. Il direttore di gara ha condizionato in maniera evidente la partita, espellendo Kessie dopo mezz’ora e assegnando un rigore agli ospiti a dir poco dubbio.

Perché dalle immagini sia di Sky che di Mediaset si evince chiaramente che il primo tocco con la mano è di Lemar, che fa carambolare con molta furbizia la palla sul braccio di Kalulu che si trovava a due centimetri di distanza dall’avversario. La domanda che ci facciamo tutti è: che controllo ha fatto il VAR, se non ha notato questo tocco netto e clamoroso?


Leggi anche:


Il commento di Graziano Cesari

Infuriato Cesari con l’arbitro Cakir, reo secondo lui di aver rovinato la partita perfetta del Milan fino al trentesimo minuto: “Il secondo giallo di Kessie non c’era assolutamente, è un fallo normalissimo a metà campo. Tanta pignoleria da parte del direttore di gara. Ha rischiato di più Rebic mettendogli le mani addosso. Una decisione scellerata che ha cambiato radicalmente le sorti della partita”.

Sull’acrobazia di Rafa Leao fermata da una posizione di offside inesistente: “Al minuto 37 Leao si invola verso l’area avversaria, si gira in rovesciata e colpisce la traversa. L’assistente segnala il fuorigioco, commettendo un errore madornale. Aldilà delle valutazioni disciplinari, ci sono valutazioni tecniche completamente sbagliate da parte della terna arbitrale. Non riesco a capire cosa sia successo a Cakir, arbitro esperto che ha diretto anche gli Europei”.