Kessie, tra stanchezza e preoccupazione: la trattativa è bloccata

La Gazzetta dello Sport fa oggi il punto sulla situazione attorno a Kessie. I problemi di rendimento dell’ivoriano sono dettati da una condizione fisica non al top secondo la rosea! Anche se… il tema rinnovo gioca la sua parte.

Franck Kessie
Franck Kessie (©Getty Images)

Un inizio di stagione ambiguo per Franck Kessie! Le prime uscite in campo, in questo inizio di stagione, hanno gettato delle ombre sulla sua condizione fisica e psicologica. La Gazzetta dello Sport, in edicola oggi, ha fatto il punto attorno alla situazione del centrocampista ivoriano. Il quotidiano sportivo ha sottolineato come, prima di tutto, il calo prestazionale di Franck sia dovuto ad una condizione fisica compromessa.

Da cosa? Dal fatto che Kessie ha speso tutto la scorsa stagione. Non è un caso che il Presidente sia stato il calciatore più presente in campo con 50 partite disputate tra campionato e coppe. In pratica, Kessie c’è sempre stato e la sua presenza è stata più che preziosa alla squadra e a Pioli. Finita la stagione, il centrocampista non si è mica fermato! Resosi disponibile per la sua Costa d’Avorio ha giocato ben quattro match da 90’ minuti alle Olimpiadi, più i quarti di finale con annessi supplementari.

Tornato a Milanello, l’allarme ha subito suonato: stop muscolare per lui e rientro in campo dopo circa un mese. Adesso, è evidente come Franck non sia al meglio delle condizioni. Lo dimostrano le prime gare disputate. Ma c’è qualcosa di più? I tifosi rossoneri continuano a battere sul tema rinnovo.


Leggi anche:


Milan, Kessie in bilico: tra rinnovo e prestazioni non all’altezza

Tutti sono a conoscenza del fatto che Franck Kessie ha un contratto col Milan in scadenza nel 2022 e ad oggi il rinnovo appare un miraggio. 8 i milioni chiesti da lui e il suo Entourage; 6,5 quelli offerti dal Milan. Ad oggi, scrive la Gazzetta, non c’è alcun incontro programmato tra dirigenza e agenti, e nessuna novità riguardante il rinnovo di contratto. Insomma, le parti non cambiano posizione e ciò può significare soltanto l’addio del calciatore a giugno a parametro zero.

Per i tifosi è questo il motivo del calo di rendimento di Franck Kessie. Alla sua prima contro la Lazio ha buttato un rigore sulla traversa (strano per lui che la mette quasi sempre dentro), poi la prestazione da presente-assente contro la Juventus, e infine il disastro a San Siro contro l’Atletico. Kessie sente il peso di una promessa che non riuscirà a mantenere? È certo che le sue cattive prestazioni in Champions League stanno un pò gravando sulla sua situazione.

Franck, forte della volontà di andar a guadagnare di più altrove, non sta dimostrando alle big interessate di essere un centrocampista di prim’ordine in Europa. Almeno per adesso. Si sa, PSG e big inglesi osservano. Il giocatore pare vivere un dramma!