Messias vuole convincere il Milan: in ballo c’è il riscatto

Messias è a disposizione di mister Pioli per Atalanta-Milan e spera di giocare. Il suo obiettivo è convincere la società a esercitare il diritto di riscatto.

Messias Junior
Junior Messias in allenamento a Milanello (foto AC Milan)

Finalmente il Milan può contare su Junior Messias. Dopo settimane di lavoro per trovare la giusta condizione fisica, da ieri si è aggregato al gruppo e sarà convocato contro l’Atalanta.

Il 29enne brasiliano offre una duplice soluzione tattica a Stefano Pioli. Può agire come esterno destro offensivo oppure da trequartista. Sarà interessante vedere in quale ruolo l’allenatore lo vedrà più funzionale nel suo 4-2-3-1. Si tratta di un giocatore con spiccata propensione offensiva, ma che a Crotone ha dimostrato di saper anche aiutare nei ripiegamenti. Un aspetto fondamentale per dare equilibrio alla squadra.


Leggi anche:


News Milan, Junior Messias punta al riscatto

Messias spera di debuttare già domenica in Atalanta-Milan. Ovviamente non sarà nella formazione titolare, ma può entrare a partita in corso e dare il suo contributo se sarà necessario. Poi verrà la pausa nazionali e sarà fondamentale per lui al fine di migliorare ulteriormente lo stato di forma.

Il fantasista brasiliano ha un obiettivo ben chiaro: convincere i tifosi, scettici sul suo arrivo, e soprattutto il club. Il Milan lo ha prelevato dal Crotone in prestito oneroso (2,5 milioni di euro) ed entro fine stagione dovrà decidere se esercitare il diritto di riscatto per circa 5,5 milioni (previsto anche un milione di bonus).

Messias vuole essere riscattato, per farlo dovrà fornire prestazioni all’altezza della maglia rossonera. La sua storia ha colpito molti, però è fondamentale il rendimento che avrà sul campo per persuadere Paolo Maldini e Frederic Massara ad acquistare il suo cartellino a giugno 2022. Vedremo se già da Bergamo mostrerà un assaggio delle sue qualità.