Maldini: “Kessie? Noi pensiamo ai contratti, l’allenatore al campo”

Le parole del dirigente rossonero ai microfoni di DAZN nel pre-partita di Atalanta Milan: “Ibra e Giroud pronti dopo la sosta”.

Maldini
Maldini (©Getty Images)

Nel pre-partita di Atalanta-Milan a Dazn ha parlato Paolo Maldini. Il direigente rossonero ha risposto alle domande in studio chiarendo la situazione degli infortunati e non solo. Queste le sue parole:

Oggi Atalanta-Milan vale uno scudetto?

Noi non ci tiriamo indietro, essendo arrivati secondi la nostra idea è quella di migliorare. Al Milan abbiamo ben chiara qual è la differenza fra piazzarsi bene e vincere, ma alla fine è lo step da fare.

Cosa hai provato dentro di te al gol di Daniel?

Esulto sempre, anche ai gol degli altri giocatori, sono sempre molto trasportato dall’emozione della partita. E’ normale che il gol di Daniel mi ha provocato un’emozione particolare, difficile da spiegare. Un misto di soddisfazione paterna e sportiva. Quello che lui sta provando è quello che provo io, con tanti pregiudizi e tanta pressione.

Come sta Ibrahimovic, come verrà gestito?

L’idea è quella. Non ha lesioni, solamente un dolore al polpaccio. Dovrebbe esser pronto dopo la sosta, come Giroud, Bakayoko e Krunic, Abbiamo molti giocatori che purtroppo sono stati indisponibili. Per Zlatan la gestione sarà personale, anche io ho giocato a quell’età e so bene che il dialogo con l’allenatore è fondamentale per capire quando giocare e quando riposare.


Leggi anche:


Cosa ha avuto Giroud?

Giroud ha un problema alla schiena, avvertito all’intervallo della partita con il Liverpool. Sembrava passato ma invece quando è rientarto si è riacutizzato.

La titolarità di Kessie che significato ha?

C’è una gestione della partita che si affronta, il mister cerca di mettere la formazione migliore. Noi ci occupiamo della gestione dei contratti, il mister si occupa della gestione del campo.

Qui a Bergamo ti viene in mente lo 0-5 di due anni fa o la vittoria dello scorso anno?

Due anni fa si sfasciò tutto ma è stata una svolta. Il ricordo più vivo è ovviamente il successo dello scorso anno,