“A testa alta”, Donnarumma rompe il silenzio

Gianluigi Donnarumma torna a parlare. Lo fa dopo la partita di ieri, in cui è stato contestato pesantemente. Ecco le sue dichiarazioni su Twitter

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (© Getty Images)

I fischi tanto attesi per Gianluigi Donnarumma, alla fine sono arrivati. Il portiere classe 1999 della Nazionale italiana, è stato contestato nel corso del match tra gli azzurri e la Spagna, in quello che è stato il suo stadio. In queste ore non si fa altro che parlare dell’azzurro: ci si chiede se sia stato giusto prendere di mira l’estremo difensore: opinioni discordanti tra gli addetti ai lavori ma anche tra i tifosi.

Quelli del Milan, però, non hanno alcun dubbio. Donnarumma, che si professa tutt’oggi un tifosi del Diavolo, ha danneggiato economicamente il club, lasciandolo in maniera più che discutibile: impossibile rimanere indifferenti di fronte a tutto questo, nonostante Mike Maignan, oggi, non lo stia facendo rimpiangere.


Leggi anche:


Donnarumma sui social

Donnarumma, intervenuto, sui social in tarda mattinata sembra aver deciso di ignorare le contestazione, concentrandosi sulla partita: “Non è andata come volevamo, ma ce l’abbiamo messa tutta. Lo spirito e l’impegno sono quelli che sempre ci accompagnano quando indossiamo i colori del nostro Paese. A testa alta verso i prossimi obiettivi“. Inevitabilmente il posto è stato preso d’assalto dai tifosi rossoneri, che non hanno perso occasione per insultarlo.