Mihajlovic sul Milan: “Un onore allenarlo, Berlusconi sempre nel cuore”

Le parole del tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic, al Festival dello Sport di Trento. C’è stato spazio anche per parlare di Milan e Berlusconi

Sinisa Mihajlovic guarito Covid 19
Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

Sinisa Mihajlovic ha parlato della sua esperienza come allenatore del Milan durante il Festival dello Sport in programma in questi giorni a Trento. L’attuale tecnico del Bologna ha ricordato quei momenti definendoli “molto positivi“.

In particolare Sinisa si è soffermato sul presidente del Milan in quegli anni, vale a dire Silvio Berlusconi. Preziosi aneddoti quelli raccontati dal serbo, che ha definito l’ex numero uno rossonero come un uomo dalla grande personalità e che voleva sempre comandare.


Leggi anche:


“Ci scontravamo spesso”, il racconto di Mihajlovic

Ecco le parole di Mihajlovic: “Comincio col dire che per me è stato un onore essere l’allenatore del Milan. Conobbi subito Berlusconi e tra noi non è sbocciato un grande amore, anche a causa dei due caratteri molto forti. Lui vuole sempre comandare ed io sono uno che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Ma quando lo vedo lo ringrazio sempre, per me il periodo Milan è stato fantastico. Ricordo ancora con piacere tutte le cene con lui ed i suoi racconti.

Piccolo riferimento anche a Galliani da parte di Sinisa: “Non finirò mai di ringraziare sia Berlusconi che Galliani, è stato quest’ultimo a darmi la possibilità di allenare i rossoneri. Poi purtroppo è finita come è finita, ma come dice Trapattoni esistono due categorie di allenatori: quelli esonerati e che quelli che verranno esonerati. Facciamo tutti la stessa fine.