Cassano: “Va venduto a gennaio!” | Milan alla finestra

Le parole di Antonio Cassano su Dusan Vlahovic. L’ex attaccante della Sampdoria punta il dito contro la Fiorentina, per la gestione del ‘caso’ Vlahovic. Ecco le sue dichiarazioni

Antonio Cassano
Antonio Cassano (©Getty Images)

Stanno facendo discutere le dichiarazioni di Antonio Cassano su Beppe Marotta, rilasciate ieri sera, durante la Bobo Tv. L’ex attaccante ha della Sampdoria ha definito l’attuale dirigente dell’Inter un “incompetente di calcio”.

Cassano, inoltre, si è soffermato a parlare della situazione legata a Dusan Vlahovic, mettendo nel mirino Commisso e la Fiorentina, colpevoli di non aver ceduto il bomber serbo in estate: “Ora devi venderlo a gennaio, se vai a giugno rischi di perderlo a zero o di venderlo a poco. E’ stato un autogol non venderlo nell’ultima sessione di calciomercato e anche adesso dire che non vuole rinnovare. Ora che lo squadre lo sanno e te chiedi 10, sei costretto a venderlo a 3… Non so se farà bene ai giocatori e alla piazza. Perché hai rifiutato 65 milioni in estate? Ora quei soldi non li vedi più”.


Leggi anche:


Sogno Milan

Dusan Vlahovic è uno dei grandi attaccanti che piacciono al Milan. Il bomber sarebbe il profilo ideale per rafforzare il pacchetto offensivo, anche quest’anno alle prese con diversi infortuni. L’acquisto del classe 2000 rappresenterebbe la svolta decisiva nel reparto.

Portarlo adesso a Milano, però, non è per nulla facile. Non solo per le importanti richieste di Commisso ma soprattutto per la concorrenza che potrebbe mettere sul tavolo offerte contrattuali e relative commissioni all’gente, fuori dalla portata del Milan. In passato Vlahovic non aveva certo questo seguito: oggi il bomber piace a Juventus e Inter ma soprattutto a Manchester City e Atletico Madrid.

Difficile capire se il Milan deciderà di fare uno sforzo importante per rafforzare l’attacco. E’ evidente però che i rossoneri sarebbero in grado di affrontare una spesa del genere, soprattutto se non dovesse restare Ibrahimovic. L’estate scorsa le spere affrontate non sono state poche se si pensa ai riscatti di Tomori e Tonali e agli acquisti Adli e Maignan. E’ evidente c