Gazidis torna a Milano: la fitta agenda dell’A.D. rossonero

Ivan Gazidis sta meglio e nei prossimi giorni tornerà in Italia e lavorerà più vicino a squadra e staff dirigenziale.

Non ha mai realmente smesso di lavorare per il suo Milan, anche se le condizioni di salute e l’allarme dei mesi scorsi lo avrebbe giustificato. Ma ora Ivan Gazidis è pronto a ritornare al fianco del club rossonero, riprendendo a pieno regime il suo impegno.

Gazidis
Ivan Gazidis (acmilan.com)

La notizia giunta ad inizio estate aveva spaventato tutti. A Gazidis era stato diagnosticato un carcinoma alla gola, al quale l’amministratore delegato del Milan ha però risposto con grande coraggio e serenità. Ha subito cominciato le cure a New York e oggi arrivano ottime notizie sulla sua salute.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, Gazidis sta decisamente meglio, le cure funzionano anche se ci vorrà ancora del tempo per ristabilirsi completamente. Ma la notizia è che il dirigente sudafricano sta tornando a Milano, sarà in città nei prossimi giorni.


Leggi anche:


Dai rinnovi al nuovo San Siro: gli impegni di Gazidis

La volontà di Gazidis è quella di buttarsi subito a capofitto sui suoi impegni lavorativi, tornando in contatto diretto con il Milan e con lo staff dirigenziale. Agenda fitta per l’A.D. rossonero che non intende perdere tempo e sbrogliare subito diverse matasse.

In primis c’è l’urgenza rinnovi. Gazidis, che oltre a lavorare sul brand Milan è anche l’uomo dei conti, valuterà in prima persona le situazioni più scottanti a livello contrattuale. Priorità massima a Franck Kessie e alle richieste esose dell’ivoriano, con possibile accelerata nei prossimi giorni.

Poi sarà il turno di Alessio Romagnoli e Simon Kjaer (nessun problema per quest’ultimo), ma anche di Stefano Pioli. C’è stima massima da tutto l’ambiente milanista per il tecnico, che con calma discuterà del rinnovo con Gazidis stesso.

Tra gli impegni del dirigente anche il nuovo stadio di Milan e Inter. Gazidis ha sempre specificato come sia fondamentale per un club di alto livello avere un impianto di proprietà, moderno ed in linea con gli standard europei. Ricominceranno dunque i dialoghi con il Comune per accelerare i tempi sul nuovo San Siro.

Infine il mercato: Gazidis, uomo dei conti per l’appunto, dovrà stabilire un budget per gli eventuali innesti di gennaio. Il tutto in base alle esigenze tecniche del Milan e le possibilità di spesa dopo la stesura del prossimo bilancio semestrale. Insomma, per l’A.D. si tratta di un ritorno al lavoro niente male.