Pioli: “Su Ibra e Brahim decideremo domani. Tatarusanu titolare. Pensiamo a noi stessi”

Il tecnico rossonero parlerà tra pochissimo nella conferenza stampa prepartita: domani si torna in campo, c’è Milan-Verona a San Siro

Il Milan si appresta a tornare in campo e lo farà domani sera nell’anticipo contro l’Hellas Verona, gara in programma a San Siro alle 20.45. Prima partita dopo la sosta per le Nazionali.

Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Diversi problemi per Stefano Pioli, che dovrà fare a meno di diverse pedine importanti come Maignan (out due mesi), Theo Hernandez (positivo al Covid), ma ha recuperato Giroud, Calabria, Krunic e Ibrahimovic. Proprio in questa conferenza scopriremo se il tecnico emiliano li convocherà per il match di domani.


Leggi anche:


Le parole in conferenza di Stefano Pioli

Stefano Pioli parte dalla situazione infortunati e chi invece sarà a disposizione: “Tutte le soste sono particolari, ci siamo ritrovati tutti solo ieri. Concentrazione solo sul Verona, Tudor sta facendo un ottimo lavoro. Ibra sta meglio, domani decideremo se convocarlo o meno. Giroud ci sarà, così come Calabria. Diaz oggi era un po’ indisposto, valuteremo domani”.

Su Mirante: “Antonio ha bisogno di qualche giorno in più per essere al meglio, ma sono davvero contento di poterlo avere a disposizione. E’ un grande professionista, ringrazio la società per questo ennesimo sforzo”.

L’umore a Milanello è alto: “Non abbiamo dimenticato la grande prestazione di Bergamo. Domani sappiamo qual è l’obiettivo, serviranno grandi energie fisiche. Tanti miei giocatori stanno migliorando, bisogna continuare su questa strada. Giocatori in Nazionale? Stanno bene, ieri abbiamo anche fatto una partitella per testare le condizioni di tutti”.

L’obiettivo del club e la sfortuna infortuni: “La storia di questo club attira molti giocatori. Il nostro obiettivo è quello di vincere più partite possibili e rimanere lì in alto in classifica. Siamo il Milan e sappiamo di potere contare anche sui nostri tifosi. La sfortuna esiste per le persone che si ritengono sfortunate. Non è il nostro caso”.

Sull’importanza di non perdere punti con squadre sotto in classifica: “Le difficoltà saranno tante, affrontiamo una squadra in salute ma noi dovremo essere bravi a sfruttare i loro errori. Muoversi coi tempi giusti diventa fondamentale, dobbiamo essere sempre vivi durante la partita. Continuo a credere che alla fine la differenza la fanno questo tipo di partite”.

Ballo-Tourè titolare? “Posso solo dire che Tatarusanu sarà titolare, accontentavi di questo. Contro il Venezia è stato un po’ timoroso, ma sono sicuro che è pronto per dare il suo contributo”.

Cosa manca al Milan per essere paragonato ad una squadra di campioni: “Vincere il campionato. Stiamo lavorando, abbiamo la convinzione di potercela giocare. Dopo 7 partite abbiamo già fatto meglio dell’anno scorso, domani diventa la partita più importante della stagione. Ogni singola partita va affrontata con lo stesso atteggiamento, come fosse l’ultima dell’anno. Alla fine tireremo le somme”.

Sull’infortunio di Maignan: “Queste situazioni sono incontrollabili ed inaspettate, ma ho già visto Mike e va sottolineato il suo ottimo inserimento all’interno del gruppo. Ho fiducia in Tatarusanu, abbiamo in rosa tanti giocatori forti”.

Se il recupero di Krunic è importante: “Molto. Rade aveva cominciato bene la stagione, ha fatto grandi passi in avanti rispetto alla scorsa stagione. Può giocare in tanti ruoli, anche da trequartista al posto di Brahim Diaz”.

Sugli scontri diretti del prossimo turno: “E’ presto per guardare classifica ed avversari. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi.