Milan, l’importanza di Krunic: quantità e qualità, Pioli si gode il suo jolly

Rade Krunic si conferma giocatore assolutamente utile a questo Milan. Oramai, le tante critiche sono soltanto un lontano ricordo…

Subentrato ad inizio secondo tempo, nella gara giocata ieri sera tra Milan e Verona, Rade Krunic ci ha messo poco a ritrovare la qualità mostrata sul finire della scorsa stagione e all’inizio dell’attuale. Criticato da tanti, è ormai pronto a conquistarsi un posto saldo in questo Milan.

Rade Krunic
Rade Krunic (©Getty Images)

L’infortunio rimediato in Nazionale lo ha tenuto fuori dai giochi per ben sette giornate, in pratica un mese quasi esatto. Stefano Pioli ha sofferto e non poco la sua assenza, data la mancanza di un ricambio per l’instancabile Brahim Diaz. Ma non si tratta soltanto di un fattore numerico. Rade, dopo le tante critiche ricevute nel suo primo anno in rossonero, ha lavorato sodo e in silenzio, e sul finire della scorsa stagione ha dimostrato di essere un giocatore all’altezza di questo Milan.

Ieri sera è subentrato a Daniel Maldini ad inizio secondo tempo, e la sua prestazione, praticamente ineccepibile, è stata utilissima alla squadra per trovare la rimonta. Prezioso in fase difensiva, e ancor di più in quella offensiva, ha offerto passaggi chiave e buone trame di gioco. Eppure, rientrava da un mese di stop, come accennato. La mentalità e il coraggio lo hanno reso un giocatore completamente diverso da quello visto soltanto una stagione e mezzo fa.


Leggi anche:


Krunic è un prezioso jolly

Stefano Pioli non ha mai avuto dubbi sull’utilità di Rade Krunic, ma il bosniaco ha dovuto convincere la critica sportiva e i tanti tifosi con le prestazioni sul campo. Il mister rossonero, nel corso della sua carriera al Milan, lo ha schierato praticamente in tre-quattro posizioni diverse. E se all’inizio Rade arrancava, in seguito ha saputo far bene in ogni ruolo.

Ieri sera ha giocato da trequartista e ha fatto molto bene, meritando un 7 pagella pieno. Ma dalla suo risveglio lo abbiamo visto destreggiarsi con qualità anche da esterno d’attacco o da mediano di centrocampo; e ha sempre meritato gli applausi. A pensarci, Krunic è stato molto vicino alla cessione nelle precedenti sessioni di mercato, ma Pioli ha sempre spinto affinchè rimanesse.

Ad oggi, la scelta dell’allenatore è assolutamente ripagata. Il Milan può contare in squadra un ragazzo umile che si sacrifica per la squadra in ogni posizione venga schierato. E che lo fa con assoluta qualità, adesso! Definito da sempre “jolly”, oggi può contare anche l’aggettivo prezioso accostato al nomignolo. E il Milan se lo tiene stretto!

Di seguito il video con le tante giocate di Krunic nel match di ieri sera tra Milan e Verona: