Ibrahimovic, un gol indimenticabile al Dragao di Oporto – Video

Zlatan Ibrahimovic torna in Champions League cinque anni dopo l’ultimo match disputato con il PSG. Al Dragao di Oporto, l’attaccante rossonero ha segnato uno dei gol più belli in carriera

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Cinque anni dall’ultima partita disputata  con PSG, dieci da quella giocata con il Milan, sconfitto 3-1 ed eliminato nei quarti di finale dal Barcellona nell’edizione 2011-12. Zlatan Ibrahimovic ritrova finalmente la Champions League con la convocazione per Porto-Milan, sfida fondamentale per i rossoneri ancora in corsa, nel girone B, per la qualificazione agli ottavi di finale e per il terzo posto che mette in palio la possibilità di uno spareggio per la fase finale di Europa League.

Nella sua carriera in Champions League, Ibra ha affrontato il Porto due volte con la maglia del PSG nei gironi di Champions 2012-13. Una vittoria e una sconfitta per i transalpini con zero gol e assist per Zlatan che, tuttavia, ha davvero un bel ricordo dello stadio Do Dragao di Oporto. Proprio nello splendido impianto lusitano, infatti, lo svedese ha segnato uno dei gol più belli della sua carriera ventennale.


Leggi anche


Ibrahimovic, che gol all’Italia al Dragao

Lo stadio Do Dragao di Oporto è stato inaugurato nel 2004 in occasione degli Europei ospitati dal Portogallo. il 18 giugno,  nel nuovo stadio si è disputato il match tra l’Italia di Trapattoni e la Svezia, valido per la seconda giornata del girone C. Un match fondamentale per gli azzurri fermati all’esordio sul pari dalla Danimarca mentre la Svezia si era imposta con un netto 5-0 sulla Bulgaria.

Al 37′, l’Italia passa in vantaggio con Cassano. Sembra fatta per i tre punti ma ci pensa Ibra a rovinare i piani degli azzurri con una prodezza. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si scatena una mischia in area. Ci pensa Ibra a risolverla con un colpo di tacco in acrobazia che anticipa Buffon e beffa Vieri appostato sulla linea. Un gol pazzaesco che condanna l’Italia al pareggio e, di fatto, all’eliminazione. Nel turno conclusivo gli azzurri battono la Bulgaria ma non basta con il concomitante 2-2 tra Svezia e Danimarca che manda entrambe ai quarti di finale.

Ibrahimovic, in quell’Europeo, sbaglierà un rigore nella serie di penalty contro l’Olanda ai quarti che qualificherà gli Orange in semifinale. Due mesi dopo, la conclusione di Euro 2004, Zlatan passerà dall’Ajax alla Juventus che lo strappa in extremis alla concorrenza del Lione.