Il Milan programma il futuro: poker d’acquisti

Poker di acquisti a giugno. Il passaggio del turno agli ottavi di finale, può certamente dare una mano importante al Milan per raggiungere i propri obiettivi

La Champions League è certamente la competizione per club più importante del panorama calcistico. Il Milan, dopo anni complicati, è tornato a giocare quella che fu la Coppa dei Campioni.

Milan
Milan (© Getty Images)

La coppa è sinonimo di prestigio ma anche di tanti soldi. Approdare agli Ottavi di finale significherebbe incassare una cifra vicina ai 30 milioni di euro. Vincere stasera contro il Porto, per rilanciarsi in ottica qualificazione, per i rossoneri è dunque fondamentale. La Gazzetta dello Sport fissa gli obiettivi del club, anche grazie al possibile tesoretto della Champions League.

La priorità appare essere l’acquisto di un nuovo centravanti, che possa raccogliere l’eredità di Zlatan Ibrahimovic. L’idea che si sta facendo strada è quella di acquistare dal Pisa, Lucca. Il giovane bomber della Nazionale Under 21 piace però anche a Inter e Juventus, proprio per questo bisogna fare in fretta.

Un altro nome da tenere d’occhio per rafforzare le corsie è quello di Romain Faivre. Il francese è stato ad un passo dall’approdo in rossonero la scorsa estate ed è ancora un nome sul taccuino di Maldini e Massara, che non vorrebbero spendere più di 12 milioni di euro. Cifra che non è bastata, ad agosto, per convincere il Brest: nei prossimi mesi, però, il club transalpino potrebbe cambiare idea.


Leggi anche:


Occhio ai rinnovi

Ma il calciomercato del Milan dovrebbe prevedere un poker di acquisti, visto che serviranno un centrale di difesa e un centrocampista qualora Romagnoli e Kessie non dovessero rinnovare. Un profilo che piace tanto, come vi stiamo dicendo ormai da settimane, è quello di Boubacar Kamara, che vedrà scadere il proprio contratto con il Marsiglia il pronto 30 giugno.